Il Panathinaikos si guadagna gara-5, 200mila tifosi in lista di attesa

424
Panathinaikos
Credits IPA Agency

Il tutto esaurito per gara-5 delle finali del campionato greco è realtà: un’altra prova dell’assoluta follia verde di quest’anno. Solo pochi minuti dopo la fine di gara-4 tra Olympiacos e Panathinaikos, più di 200.000 tifosi verdi stavano aspettando di ottenere un biglietto per l’ultima partita di questa stagione all’OAKA. Ovviamente il sold out è stato immediato e il palazzetto sarà pieno come sempre. Gara-4 delle finali con l’Olympiacos è stata molto simile a quella della serie con il Maccabi Tel Aviv di un mese fa. Andiamo ad analizzarla.

Il primo tempo

L’Olympiacos ha iniziato con più entusiasmo e ha costretto il Panathinaikos a due palle perse e con il punteggio di 5-0, Ataman ha chiamato rapidamente un timeout. L’allenatore turco ha cercato di calmare i suoi giocatori, che hanno trovato un modo per segnare e sorpassare gli avversari con un canestro di Lessort (9-10, 5′). Papanikolaou e Walkup hanno poi trovato ritmo in attacco, e con i loro canestri hanno portato i rossi in vantaggio (16-14, 8′). Successivamente, Milutinov e Williams-Goss hanno preso il controllo per il 22-17.

L’ingresso di Sloukas, Grigonis e Antetokounmpo ha permesso ai verdi di trovare più facilmente la via del canestro, ma Williams-Goss ha fatto lo stesso approfittando della difesa di Nunn (30-24, 14′). Con Papanikolaou da 4 e Larentzakis che raggiunge i 10 punti, i rossi sono rimasti in vantaggio (47-36, 18′). Jerian Grant ha trovato un canestro da 10 metri alla fine del primo tempo, riducendo la differenza a 7 punti (51-44, 20′).

Il secondo tempo

Nel terzo quarto, le squadre hanno segnato con maggiore difficoltà. Grant è stato colui che ha fatto la differenza sul campo e con i suoi sforzi ha riavvicinato il Panathinaikos nel punteggio (54-52, 25′). I rossi hanno perso la concentrazione, commesso errori e concesso punti facili a Nunn, che ha portato la sua squadra in vantaggio (54-56, 27′). Isaiah Canaan ha poi trovato le contromisure (64-64, 30′) alla fine del terzo quarto.

Nell’ultimo quarto, Kendrick Nunn ha preso il comando e ha segnato il 71-77 (35′), mettendo pressione sull’Olympiacos, non solo in termini di risultato, ma anche psicologicamente. La guardia americana degli ospiti ha distrutto ogni tipo di difesa avversaria, sia con canestri che con assist, e Lessort ha convertito il punteggio a 73-81 (36′). Nel tempo rimanente, l’Olympiacos ha reagito riducendo il punteggio a 83-85 (39′) con Peters. Lessort con 1/2 tiri liberi ha segnato l’83-86 con 40” da giocare, e poi Canaan ha sbagliato due tiri da tre punti. L’Olympiacos ha commesso un fallo con 10” alla fine. Grant è stato calmo e con 2/2 tiri liberi ha fatto l’84-88. Papanikolaou poi si è guadagnato tre tiri liberi (4.6′) ma con 1/3 (ha sbagliato intenzionalmente l’ultimo) non è riuscito a cambiare nulla e la partita è terminata sul 85-88.

La risposta

Ultimamente abbiamo sentito dire che la Stella Rossa non è l’unica squadra che ha espresso un forte interesse per Luca Vildoza. Altre tre squadre hanno già chiesto informazioni su di lui, una delle quali proviene dalla Turchia e un’altra ancora dalla Serbia…
Teniamo presente che Thanasis Antetokounmpo potrebbe assumere un ruolo attivo nella squadra nazionale greca, e questa volta non come giocatore.