L’Italbasket questa volta soccombe e la Francia domina, le pagelle

785
italbasket

La partita di Bologna di venerdì è un lontano ricordo per l’Italbasket che questa volta subisce dalla palla a due la qualità e la fisicità della Francia, che fa sempre gara di testa e non si volta mai indietro. Pozzecco deve fare a meno di Gigi Datome, ma utilizza anche una rotazione diversa rispetto a venerdì dando spazio a Baldasso che risponde presente nei minuti in campo. La differenza sta tutta nell’applicazione difensiva della Francia che rende qualsiasi cosa difficile sul perimetro e al ferro agli azzurri. L’Italbasket ha poco da tutti e il risultato finale è un massacro sul 100-68.

Italia:

Tonut 4.5: partita incolore dell’ex Reyer. Non trova mai il suo posto nel match.

Gallinari 6: cavalcato nel terzo quarto in post contro Luwawu-Cabarrot produce punti, ma è l’unico flash di serata.

Melli 6.5: l’unico in doppia cifra con Gallinari, oltre al solito arduo compito in difesa. È il capitano e anche nelle serate no risponde presente.

Fontecchio 5: la Francia calibra la partita su di lui e gli mette la museruola. Riesce ad avere pochissimi sguardi a canestro anche se li riesce a convertire.

Pajola 5: fa davvero fatica. In difesa non è il solito mastino e l’attacco non è la specialità della casa.

Spissu 4.5: 0-5 dal campo e una presenza totalmente tangenziale al match.

Mannion 5.5: sette minuti e cinque punti, ma è lontano dal Mannion del preolimpico.

Biligha 6: fa il suo contro i big men francesi, anche se il compito è arduo.

Tessitori 5: garbage time e poco altro, di certo non si tira indietro, ma è poca cosa.

Ricci 5: non un impatto memorabile nei minuti in campo.

Baldasso 6: otto punti istantanei quando entra nel secondo quarto e le risposte di approccio che Pozzecco cercava dandogli spazio.

Polonara 5.5: l’apporto a livello d’approccio c’è, ma fa fatica da fuori e in lunetta .

Della Valle 5: diversi minuti nel garbage time che non possono fare testo.