Jit 2024 Città di Lissone: il trofeo al College Borgomanero dell’Mvp Francesco Ferrari

335

Il trofeo del Jit 2024 Città di Lissone, trentesima e come tale storica edizione del torneo internazionale organizzato dall’Apl Galvi, viene sollevato dagli under 19 del College Basketball Borgomanero dell’Mvp Francesco Ferrari. Anche se poi a decidere la finale contro gli altrettanto meritevoli croati del KK Zadar sono la zona 2-3 che favorisce nell’ultimo quarto la rimonta della squadra di coach Stefano Di Cerbo, l’eccellente prestazione di Adriano Bazan (non a caso premiato come giocatore più completo del Jit 2024) e la tripla dell’84-83 a 46” della sirena del play Stefano Trucchetti, dopo la quale non segnerà più nessuno, men che meno lo sfortunato Manuel Dundovic, che vede respinto dal ferro il tiro del “tutto o niente” scoccato con un solo decimo sul cronometro in un incandescente finale.

Con cinque vittorie in altrettante partite nel lungo weekend di Pasqua (gli altri successi contro il Bayern Monaco del coach “lissonese doc” Federico Perego, gli altri croati del KK Rijeka, gli americani della Step Higher Academy di Tyler Mckinley, miglior realizzatore del torneo con 24 punti a partita, e i forti svedesi del BK Rig Mark), il College Basketball Borgomanero certifica comunque la validità della sua vittoria al di là del convulso finale. Così come il terzo posto del Derthona Tortona, che supera per 68-66 nella finalina i già citati svedesi del BK Rig Mark, è impreziosito dall’aver superato nell’ultimo incontro della seconda fase proprio i finalisti del KK Zadar con un netto 96-70 (scarto comunque non sufficiente per accedere alla finale anche per lo scivolone contro la Pallacanestro Varese) e dall’aver sconfitto in precedenza gli altri americani del Team Ohio, vincitori nel 2023 ma finiti solo al 7° posto in questa edizione e comunque meritevoli di aver proposto al pubblico lissonese il miglior giovane giocatore della manifestazione, ovvero il classe 2007 King Kendrick.

A vincere, ancora una volta, è però anche e soprattutto il pubblico del Junior international tournament, con la palla a due della finale che vede di fatto liberi solo i 28 x 15 metri del parquet del Palazzetto dello Sport di Lissone: non un seggiolino vuoto, non un centimetro libero lungo i tre lati del campo non occupati da tavolo e panchine. Per un tutto esaurito che rappresenta il miglior premio possibile per lo sforzo di tutti i volontari dell’Apl Lissone e per il supporto dello sponsor Galvi, giunto a sua volta allo storico traguardo del decimo anno consecutivo con il Jit Città di Lissone.