Joel Embiid e la lettera a Macron: “Desidero solo la Francia”

112
Joel Embiid

Il quotidiano francese RMC Sports ha pubblicato una lettera scritta da Joel Embiid al presidente francese Macron nella quale esprimeva, senza giri di parole, la sua totale volontà di rappresentare la Francia con la divisa della nazionale.

Il presidente e molte altre autorità in questi anni si sono spesi per permettere al giocatore NBA di ottenere il passaporto francese soprattutto in vista delle Olimpiadi 2024 che si svolgeranno proprio in Francia; Embiid prenderà parte alla rassegna olimpica, ma non con la nazionale “di casa” e neanche con quella in cui è nato, ovvero il Camerun, bensì con quella degli Stati Uniti che per questa edizione hanno creato un vero e proprio nuovo Dream Team.

Riportiamo qua di seguito alcuni passaggi della lettera indirizzata direttamente al presidente francese nell’ottobre del 2021:

Presidente, conosco il Suo sincero interesse per la pallacanestro e il suo sviluppo e, più in generale, per lo sport che porta onore alla Francia. Tuttavia, non le scrivo per parlarle della stagione NBA che si sta aprendo e per la quale nutro grandi speranze con il mio club, i Philadelphia 76ers. Ora ricopro un ruolo di leadership e aspiro a fare del mio club un serio candidato al titolo.

Vi scrivo per parlarvi della Francia. Anche se ho trascorso gran parte della mia giovinezza negli Stati Uniti e in Francia, sono di nazionalità camerunense. Sono nato nel 1994 a Yaoundé. Il Camerun rimarrà quindi sempre una parte importante della mia identità. Tuttavia, un’altra è quella francese. Parte della mia famiglia è infatti francese e, oltre a condividere la lingua, ho spesso soggiornato in Francia.

Inoltre, dopo aver discusso con la Federazione francese di pallacanestro, la mia scelta è stata fatta. Vorrei intraprendere i passi per ottenere la naturalizzazione francese e quindi essere eleggibile per la selezione con i Blues. Non desidero quindi giocare per nessun’altra squadra nazionale. Ho inviato un dossier in tal senso al Ministero degli Interni e degli Affari Esteri. Non ho mai indossato i colori di una nazionale. Sarebbe un immenso onore per me unirmi a questa squadra francese per partecipare alle prossime grandi competizioni internazionali, prima fra tutte i Giochi Olimpici del 2024.

Valuto la solennità della mia richiesta, ciò che rappresenta, ciò che significa, ma anche, per certi aspetti, la sua durata e la sua complessità rispetto ai criteri abituali di concessione della nazionalità. Chiedo quindi il vostro sostegno a queste iniziative, sostegno senza il quale non potranno avere successo. Sono naturalmente a disposizione sua e dei suoi servizi per sostenere questa ambizione comune che condividiamo con la squadra di basket francese e i suoi dirigenti. Ringraziandovi per l’attenzione prestata alla mia richiesta, vi chiedo di credere, signor Presidente, all’espressione della mia più profonda considerazione. Joel Embiid”.