Justin Bibbins, scouting: cosa porta alla Dinamo Sassari?

928
Bibbins

Come ormai da tradizione delle ultime stagioni, la Dinamo Sassari è stato il club che prima di tutti si è mosso sul mercato, andando praticamente a completare il roster della prossima stagione già a metà giugno.

La prima firma del club del presidente Sardara è stata quella di Justin Bibbins, playmaker in uscita da Nanterre. Bibbins riveste un identikit che in Francia, e non solo, sta prendendo sempre più piede, anche con risultati notevoli, ossia il playmaker molto sottodimensionato (1.73 per 68 chili), che dà alla squadra grande dinamismo e impatto offensivo. Solo in questa stagione nel campionato francese si sono messi in mostra, oltre a lui, ovviamente TJ Shorts con Parigi, oltre all’eterno TJ Campbell, entrambi giocatori abbondantemente sotto i 180 centimetri di altezza.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Dinamo Sassari (@dinamo_sassari)

Bibbins è ormai un veterano del basket europeo. La prima stagione da questa parte dell’Oceano data 2018/2019, con lo Starograd Gdanski, in Polonia. Da lì una stagione tra Ungheria e Serbia e poi l’approdo in Francia, dopo un’altra mezza stagione in Polonia al Legia Varsavia. Prima un anno e mezzo a Pau, e infine le ultime due annate con la maglia di Nanterre, entrambe concluse come miglior realizzatore e assist man della squadra (15 punti e 5 assist di media).

Arriva in Italia al culmine della sua carriera, avendo compiuto 28 anni in gennaio (classe 1996) e si candida ad essere uno dei giocatori potenzialmente più elettrizzanti del campionato.

1
2
3
4
n.fiumi
Classe 1985, bolognese di nascita. Folgorato da Danilovic, ammaliato da Ginobili, tradito da Abdul Gaddy. Incidente che mi ha portato a valutare le cose in maniera più disincantata. Classico esempio di paziente affetto dal "Disease". La vita è troppo breve per vedere brutto basket ma, se non c'è altro, il campionato ungherese resta un'ottima opzione.