La nuova Napoli tra porte girevoli e il progetto Palasport

173
Milicic
Credits to Savino Paolella

Il futuro della GeVi Napoli bussa alla porta.

Una stagione saldata con un trofeo, non accadeva da 18 anni, ma anche un futuro da riscrivere quasi per intero.

Del roster che ha alzato al cielo il trofeo in quel di Torino sono rimasti soltanto Andrea De Nicolao e Dut Mabor.

Chi è ben saldo, invece, è coach Igor Milicic.

È di oggi la doppia notizia in casa partenopea.

Saluta Alessandro Lever, presentatosi con i migliori auspici e andato via via sparendo dalle rotazioni del tecnico croato. Una scelta voluta da ambo le parti che permetterà all’altoatesino di firmare con Venezia.

A fare il percorso inverso è Kaspar Treier, uscito dopo 4 stagioni dalla Dinamo Sassari, l’ultima assai deludente per le sue aspettative, con lo spazio ridottosi nonostante l’infortunio occorso a Eimantas Bendzius.

Treier va a rimpolpare il pacchetto italiani che aveva salutato il ritorno, dopo una breve parentesi molto dimenticabile, di Leonardo Totè al PalaBarbuto.

Al centro ex Pesaro toccherà far dimenticare la sua precedente esperienza in azzurro e darsi lo slancio che lo possa portare a quell’altro azzurro che, per talento, dovrebbe essere suo da un lustro e più.

La grande novità, tuttavia, riguarda le strutture.

Nella giornata di ieri la GeVi Napoli ha annunciato di aver protocollato presso il Comune il progetto per il nuovo palasport.

L’opera dovrebbe vedere la luce entro il 2026, salvo ritardi burocratici, ed accogliere oltre 10.000 spettatori per le partite e circa 14.000 per concerti ed eventi culturali.

La zona designata è quella dell’ex mercato ortofrutticolo, attiguo al Centro Direzionale, che presto sarà servito anche dalla metropolitana.

L’investimento, totalmente privato e presentato in coppia con ItalStage, si aggira intorno ai 54 milioni di euro e comprenderà anche la costruzione di un centro sportivo ed un parco urbano di circa 44.000mq.

Siamo alle prime, serie, battute di un iter troppe volte annunciato, troppe volte promesso.

Ora cominciano i fatti.