LBA Supercoppa: Cordinier e Ojeleye trascinano la Virtus in finale, le pagelle

378

Partita decisamente non spumeggiante che vede la Virtus Bologna vincere 72-64 contro l’Olimpia Milano.

Attacchi terribilmente freddi con un punteggio che non decolla mai e i soli Hall e Ojeleye a trovare il canestro con continuità, mentre arranca il resto dei giocatori in campo.

Hines prova a difendere per lo strappo ma nel terzo quarto rientra la Virtus che trova una grande fiammata da Cordinier che, insieme a Ojeleye, porta davanti la Virtus.

Nel finale l’Olimpia ci prova ma non trova mai il canestro con continuità e Virtus sente la vittoria, tuttavia un clamoroso fallo, discutibile, su Baron regala 3 tiri a Milano e inoltre c’è il tecnico per Sergio Scariolo. Baron però sbaglia il libero vittoria e c’è l’Overtime.

Nel supplementare però l’inerzia è tutta della Virtus che viaggia al doppio e trova facilmente la vittoria

OLIMPIA MILANO

Davies 5: molto molle, a disagio nel traffico e non trova mai le sue soluzioni.

Thomas 5: non è mai un fattore offensivo e non riesce a incanalare la sua energia.

Melli 6: solito lavoro difensivo ma anche lui offensivamente è quasi nullo.

Baron 5,5: spara a salve a lungo, poi nel finale si accende. Sbaglia però il libero vittoria.

Hall 6,5: mattatore nel primo tempo poi si spegne. Se usato da play perde molto.

Mitrou-Long 4,5: partita estremamente negativa, tolto qualche lampo non è mai in partita e la squadra ne risente.

Tonut 5: inizia spaesato rifiutando qualche tiro. Fa fatica a trovare le sue penetrazioni.

Ricci 5,5: pochi minuti dove si sbatte il giusto.

Biligha SV

Baldasso 5: ok non ha molto spazio ma non si vedono quelle iniziative della scorsa stagione.

Alviti SV

Hines 7: in difesa come al solito è un generale, mentre trova anche qualche importante soluzione offensiva.

VIRTUS BOLOGNA

Pajola 6: molto tosto difensivamente, nonostante le fatiche in attacco.

Lundberg 6: la partita gli scorre accanto, ma intanto raccoglie rimbalzi e porta qualità. Nel finale la sua zampata.

Mickey 6,5: offensivamente costante con la sua mano morbida ma non va sottovalutato il suo apporto difensivo.

Weems 5: mai in partita e le sue percentuali ne sono una prova.

Ojeleye 7,5: offensivamente fa valere una qualità fisica straripante. Qualche sbavatura ma con il giusto ambientamento ha tutto per spaccare in ogni competizione.

Mannion 6: fatica come al solito in difesa ma porta qualche lampo offensivo utile alla causa.

Belinelli 5: molto molto indietro fisicamente.

Bako 6,5: le sue braccia lunghissime sono un plus notevole in difesa, più passano i minuti più si trova a suo agio.

Ruzzier SV

Menalo SV

Camara SV

Cordinier 7: fiammata tutta sua, e da sola vale quasi la vittoria. Poi succede l’incredibile ma nella vittoria c’è la sua firma