Leandro Bolmaro, cosa porta all’Olimpia Milano?

2149

Ma che giocatore è Leandro Bolmaro ? Questa è la domanda che maggiormente incuriosisce i tifosi di Milano. Ancora una volta ci affideremo ai dati e agli estratti video di Synergy Sport per dare una risposta a questa curiosità.

Attacco

Partendo dalla definizione che proprio Synergy fornisce del giocatore, ossia ball handlerè facile intuire che il giocatore da il meglio di se con la palla in mano, soprattutto nelle situazioni di pick and roll che ha condotto nel 42,7% dei possessi offensivi giocati nella scorsa stagione.

Pick and roll

Ed è proprio dal pick and roll che partiamo per analizzare Leandro Bolmaro. Nella scorsa stagione ha prodotto dalle situazioni di gioco a due 0,894 ppp. Un numero sicuramente non alto e che dovrà essere ben bilanciato all’interno dell’attacco.

Il video mostra una certa incostanza al tiro. Le difese contro il suo pick and roll tendono a passare sotto il blocco e concedere tiro dalla media o dall’arco. Le sue lunghe leve e il suo fisico invece lo rendono un ottimo giocatore in grado di andare al ferro e di punire eventuali rotazioni sbagliate.

Le difficoltà sopra descritte si riferiscono alle situazioni di pick and roll dove è lui stesso a concludere. Le sua incostanza al tiro genera un valore di ppp molto basso, ma lo stesso valore presenta dati più interessanti quando gioca il pick and roll come passatore. In questa situazione la sua produzione offensiva aumenta 1,051 ppp.

Dall’estratto video possiamo notare una buona capacità di leggere le linee di passaggio dopo il blocco, soprattutto quando l’attacco si muove. Avere intorno giocatori con buona capacità off the ball potrebbe dare luogo a situazioni molto interessanti per l’attacco di Milano.

Gioco off the ball

Nonostante sia un giocatore che passa la maggior parte del tempo con la palla in mano, ha ottime doti anche nel gioco lontano dalla palla. Nella scorsa stagione di Eurolega ha prodotto ben 1,235 ppp nelle situazioni di spot-up.

Come ben mostrato dalla clip video, nelle situazioni di spot-up le sue percentuali al tiro da tre si alzano, diventando un tiratore che può punire le scelte difensive avversarie. Stando sempre ai dati Synegy, nelle situazioni di catch and Shoot produce 1,15 ppp. Inoltre, le sue dimensioni fisiche lo rendono un giocatore ottimo per attaccare il close out e andare al ferro. Caratteristica ottima visto che con molta probabilità sarà sempre in campo con attaccanti più pericolosi di lui.

Isolamento e 1 vs 1

Le soluzioni individuali rappresentano il suo tallone D’Achille. Al momento non è un giocatore di 1 vs 1, come dimostrato dai pochi possessi giocati in questa situazione (8%) e il 0,696 ppp prodotto.

Il suo palleggio alto e non rapidissimo difficilmente gli permette di prendere vantaggio in 1 vs 1, anche contro cambi difensivi sulla carta favorevoli. Inoltre, la sua poca pericolosità al tiro dal palleggio permettono spesso alla difesa di fare un passo indietro e toglierli la corsia di penetrazione.

Conclusioni

Siamo di fronte a un’ottima spalla per giocatori di talento e di 1 vs 1. Buon lettore delle linee di passaggio palla in mano, ottimo nel muoversi off the ball sui vantaggi creati da altri. Tutte cose utili in una squadra che avrà in Mirotic e Shields i principali riferimenti offensivi.