Legabasket: Brescia conduce fin dai primi minuti, Verona KO, le pagelle

315

Il “derby del Garda” è una sfida molto attesa, non solo per la rivalità tra le due tifoserie. Partita caratterizzata da alcune assenze importanti: i padroni di casa hanno dovuto fare a meno di Gabriel mentre alla Tezenis Verona mancava Smith. Gara giocata ad alti ritmi, entrambe le squadre hanno cercato di correre, Brescia ha comunque condotto la gara fin dai primi minuti anche se non è mai riuscita a scappare. Verona ha fatto di necessità virtù chiudendo bene l’area con le sue ali, ha mostrato carattere ma non è bastato. Partita che si è conclusa 88-79 per Brescia.

Germani Brescia

Massinburg 7: mostra tutto il suo talento giocando un primo tempo spaziale.

Nikolic 7: azzanna subito la partita con la sua difesa aggressiva, forse anche troppo. Mette triple importanti

Della Valle 7: “fattura” come sempre e nel secondo tempo le sue triple sono fondamentali.

Caupain 6,5: amministra il gioco al suo passo e mette alcuni canestri allo scadere di gran classe.

Petrucelli 6,5: non sempre preciso al tiro ma trova punti in penetrazione e fa il solito buon lavoro in difesa

Cobbins 6: si fa notare per i suoi short roll e per i suoi show difensivi.

Odiase 6: fa la voce grossa vicino a canestro.

Burns 6: sbaglia tanto al tiro ma prova a metterci il fisico come sempre, gioca tanti minuti da 4.

Laquintana n.e.

Cournooh 6: qualche incursione a canestro, da una mano nel playmaking.

Moss 6: alterna buone giocate a scelte azzardate.

Akele 7: molto positivo e non solo in difesa, mostra il suo gran QI cestistico.

 

Tezenis Verona

Cappelletti 6: subisce le attenzioni di Nikolic e Petrucelli, non riesce sempre a mettere in ritmo i suoi e a mettersi in proprio alla bisogna.

Simon 6,5: le sue incursioni fanno un gran male alla difesa bresciana, sfrutta bene il fisico e porta un buon contributo anche nella propria metà campo.

Ferrari n.e.

Casarin 5,5: mostra un ottimo handling ma non è sempre perfetto nelle scelte.

Johnson 6: da una mano a rimbalzo e finalizza i palloni giocabili che riceve, esce per raggiunto limite di falli.

Bortolani 6: l’ex di giornata parte in sordina, si accende nel finale e ingaggia un bel duello con Della Valle.

Davis 7: spina nel fianco della difesa bresciana, gioca una gran partita non solo dal punto di vista balistico.

Rosselli n.e.

Pini 5,5: unico centro di ruolo della Tezenis, fa quel che può nei pochi minuti in cui rimane in campo.

Anderson 5,5: polveri bagnate per lo USA che dà comunque un buon contributo a rimbalzo.

Udom n.e.

Sanders 5,5: si vede poco, fatica ad incidere.