Legabasket: Brescia rischia ma all’overtime ha la meglio su Scafati, le pagelle

195

Partita non certo spettacolare al Palaleonessa, fortemente condizionata dai continui fischi arbitrali che hanno spezzettato il gioco. Brescia ha tirato con brutte percentuali e ha faticato a costruire. Scafati ha fatto la sua partita vincendo il duello a rimbalzo e sfruttando le seconde opportunità concesse. All’overtime Brescia riesce a spuntarla complice anche il calo fisico degli avversari e si impone tra le mura amiche 82-81.

GERMANI BRESCIA

Gabriel 6,5: solidissimo sui due lati, sfiora la doppia doppia.

Massinburg 5,5: tanta energia ma polveri bagnate per la guardia Bresciana.

Della Valle 7: nel primo tempo è bravo a guadagnarsi falli e a convertirli, nel secondo mette canestri importanti e si sbatte anche in difesa.

Caupain 5,5: trova buone soluzioni attaccando il canestro, fatica ad orchestrare in una gara continuamente spezzettata dai fischi arbitrali.

Petrucelli 7,5: difesa, leadership, recupera palloni, segna e arma le mani dei compagni, il paisà della Germani versione 22-23 è davvero un bel vedere.

Cobbins 6: si rende utile negli show difensivi, in attacco finalizza e si spinge fin dove i suoi limiti glie lo consentono.

Odiase 6: alterna cose positive ad altre meno, sbaglia tanto ma nel finale risponde presente con un and-one fondamentale per i suoi.

Burns s.v. parte sorprendentemente in quintetto ma sparisce dalla partita.

Laquintana 6: positivo nei primi minuti in uscita dalla panchina, subisce un infortunio e nel secondo tempo non vede più il campo.

Cournooh 5,5: rimane in campo 14 minuti senza sporcare il tabellino.

Moss 6: serve anche il suo contributo in una partita così complicata. 

Akele 6,5: si fa trovare pronto, mette tanta energia in campo e piazza due triple.

GIVOVA SCAFATI 

Stone 4,5: irriconoscibile, sembra il lontano parente di quello visto a Venezia, prestazione da dimenticare.

Lamb 7: è il più pericoloso dei suoi, 19 punti tirando 6/12 dal campo.

Thompson 5,5: prestazione fortemente condizionata dai falli, riesce comunque a battagliare sotto i tabelloni.

Pinkins 6,5: buon contributo offensivo, si dimostra un cecchino dall’arco.

De Laurentis 5,5: non sembra il suo livello anche se l’impegno non manca.

Landi 6: trova tanto spazio complice anche la situazione falli di Thompson e non dispiace, fa un buon lavoro a rimbalzo e va in doppia cifra.

Rossato 6: aiuta nel playmaking e in generale apporto positivo.

Henry 6: buoni movimenti senza palla

Monaldi 7: buon impatto, guida la second unit e si dimostra freddo mettendo tre triple di cui una nel finale.

Ikangi 5,5: una tripla e poco altro da segnalare.