Legabasket: Brindisi liquida la Dinamo Sassari con facilità, le pagelle

222
Sassari

Brindisi batte a domicilio Sassari per 100 ad 87. Un super Bilan non basta per sconfiggere una bella squadra come quella di Brindisi. Per gli ospiti, privi di un uomo cardine come Willis, vittoria meritata; per i padroni di casa, si ritorna al discorso di inizio campionato: la Dinamo è una squadra offensiva senza un minimo di predisposizione alla difesa e, in questo quadro, se non fai un punto in più degli avversari puoi perdere con chiunque, figuriamoci con questa Happy Casa. Qui le pagelle del match.

DINAMO SASSARI

Bilan, 7+: ottima prestazione in attacco, in difesa lascia a desiderare un po’. Il migliore in assoluto della Dinamo.

Spissu, 6: non una delle migliori giornate. Sembra un po’ affaticato.

Bendzius, 4: che dire? Non diciamo niente dopo una prestazione così negativa.

Kruslin, 5: voto di incoraggiamento visto che era al rientro dopo due settimane.

Gentile, 6½: il migliore dopo Bilan. Ancora indietro di preparazione, ma con un cuore grandissimo.

Burnell, 6: in fase di stallo. Non è più il Burnell delle prime giornate.

Devecchi, 4: dopo alcune belle prestazioni, è tornato ai suoi livelli di inizio stagione.

Trier, 4: sembra spaesato in un A di questo livello. Grande impegno ma poca sostanza.

Re N.E.

Gandini N.E.

Coach Pozzecco, 5: molti errori, tra cui alcuni decisivi, giornata storta. Infatti non ha preso neanche il tecnico…

Mattia N.E.

Tilmann, 5½: in attacco ha un repertorio molto limitato e non mette mai in difficoltà il suo avversario. In difesa fa felice gli altri.

HAPPYCASA BRINDISI

Krubally, 5: dei buoni rimbalzi ma niente di più.

Zanelli, 6: buona prestazione. Molto lucido nel far girare la squadra in attacco.

Harrison, 7½: ha dormito per quasi 3/4 dell’incontro, poi è uscito fuori il suo talento. Decisivo.

Visconti, 6½: dopo la partita di coppa in cui è stato decisivo, si ripete anche oggi.

Gaspardo, 5: un po’ in difficoltà sulla difesa dei lunghi avversari e impreciso in attacco. Esce per cinque falli.

Thompson, 7: un gran bel giocatore, completo in ogni fase del gioco. Sempre lucido nei momenti clou dell’incontro.

Cattapan N.E.

Guido N.E.

Udom, 6+: presente in tutto in campo, specialmente in difesa per arginare Bilan; si carica troppo presto di falli.

Bell, 6½: parte in sordina pure lui, ma nei momenti giusti mette alcune triple che tengono Brindisi a debita distanza dagli avversari.

Perkins, 7: forse la migliore prestazione del centro brindisino in questo campionato. Preciso nel tiro e determinante ai rimbalzi.

Coach Vitucci, 7: ha una squadra che pende dalle sua labbra. Amministra i suoi giocatori con parsimonia. Si vede che c’è tanto di lui nel carattere della squadra. Bravo.