Legabasket: Cuore Reyer, si va a gara 5!

Cuore ed orgoglio è quello che Walter De Raffaele chiedeva alla vigilia di gara 4. La Reyer Venezia era chiamata a gettare il cuore oltre l’ostacolo per portare la serie a gara 5 e cosi è stato. Gli orogranata al termine di 40′ intensi e ricchi di colpi di scena raggiungono l’obiettivo e battono la Vanoli Cremona 78-75. Venerdì si torna in campo al Pala Radi per il verdetto finale.

1° tempo:

Comincia subito forte l’Umana Reyer Venezia che gioca fuori ritmo per Cremona. La partita resta in equilibrio solo per i primi 5’ poi i padroni di casa prendono il largo trascinati da un sontuoso Mitchell Watt, immarcabile sotto canestro (10 punti in soli 5’ di gioco). Bisognava migliorare lo 0/12 da 3 dell’ultimo quarto di gara 3 e in effetti i padroni di casa chiudono con il 75% il primo quarto grazie alle triple in serie di capitan Haynes, Stone e Austin Daye. Per Cremona un primo quarto letteralmente da dimenticare: non si salva nessuno tra le file dei lombardi e lo testimoniano le pessime percentuali (25% al tiro con 0/6 da 3, 2/7 ai liberi). I primi 10’ si chiudono con la Reyer avanti di 20 (30-10).

Il secondo quarto si apre nel segno di Stefano Tonut. Smaltiti i guai fisici che lo hanno tenuto fuori nella serie con Trento, la guardia orogranata è impeccabile sia in fase offensiva che in quella difensiva (a metà partita sono 15 punti e 5 rimbalzi). Nella Vanoli l’unico a provarci è Mathiang  che segna e costringe ripetutamente al fallo i lunghi della Reyer. L’inerzia tuttavia continua ad essere dalla parte dei veneziani che chiudono avanti 49-31 il primo tempo.

2° tempo:

Al rientro in campo la Vanoli si presenta con un piglio diverso. Due palle perse dai ragazzi di De Raffaele consentono agli ospiti di siglare un parziale di 7-0. I veneziani sporcano le ottime percentuali al tiro dei primi due quarti e consentono così agli uomini di Sacchetti di portarsi addirittura sul meno 8. Mathiang continua la sua battaglia personale sotto canestro e ne esce spesso vincitore. Ruzzier mette in difficoltà la retroguardia veneziana con le sue penetrazioni. Anche l’ingresso dalla panchina di Stojanovic regala punti preziosi alla Vanoli che dimezza lo svantaggio e va all’ultimo quarto sotto solamente di 10 punti.

Un canestro in allontanamento di Haynes e una tripla di Mazzola sembrano scrivere la parola fine a 7′ dal termine (69-42 Reyer). Ma Cremona ha il merito di restare in partita ancora una volta grazie a Mathiang, Stojanovic e ad una tripla di Ricci (-9 a 4′ dalla fine). La Reyer comincia a litigare con il canestro e consente alla Vanoli di avvicinarsi pericolosamente. Una bomba di De Nicolao scaccia i fantasmi (75-66 a 2 e 30” dal termine) ma vanifica tutto Ricci. E’ una sfida infinita quella tra Venezia e Cremona. Mathiang porta i suoi a – 4 quando manca solo 1 minuto (75-71). Watt sbaglia due liberi fondamentali, non dall’altro lato Crawford (75-73 Reyer). Un’azione insistita di Bramos dà l’allungo decisivo ai padroni di casa che vincono meritatamente – seppur con qualche brivido nel finale – 78-75 e portano la serie a gara 5.