Legabasket, De Raffaele: “Reyer, una vittoria di squadra”

0

Si è decisa sulla sirena: Reyer – Sassari non è mai una partita banale. Le scorie lasciate dalla finale scudetto dello scorso anno si sono viste tutte. Non un grande basket quello espresso dalle due squadre questa sera ma tanta intensità e voglia di vincere. Alla fine la spuntano i veneziani ed è naturalmente soddisfatto coach Walter De Raffaele che si toglie anche qualche sassolino:

Foto tratta dal profilo Facebook Umana Reyer Venezia

“Una bella prova corale di squadra, è stata una vittoria importante con tanta energia e tanto desiderio. Spesso abbiamo condotto la partita ma la difesa questa sera ha fatto la differenza. Abbiamo creato tantissimo con tanti tiri aperti sbagliati che spesso non sbagliamo. La partita di Belgrado si è fatta sentire questa sera e si è visto in qualche giocatore. Abbiamo tenuto a 54 Sassari e non è cosa da poco. Dobbiamo lavorare ancora perché siamo indietro però è una vittoria importantissima. Noi dobbiamo solo pensare a lavorare in silenzio e lasciare parlare gli altri. Ora dobbiamo portare via la prima partita in trasferta in campionato”.

Beccato dal pubblico veneziano per tutto l’arco del match, coach Gianmarco Pozzecco è orgoglioso della prova dei suoi giocatori:

Foto tratta dal profilo Dinamo Sassari

“E’ stato un grande spettacolo pur con un punteggio molto basso. E’ stata una partita di grande intensità. Mi ricorda un pò la partita di Coppa Italia con il canestro di Cooley sulla sirena. Devo fare i complimenti a Venezia e a Watt. Complimenti anche alla terna arbitrale, hanno arbitrato molto bene. Sono estremamente orgoglioso dei miei ragazzi. Ho grande rispetto per loro. Hanno giocato una partita tosta e per questo sono molto contento: alleno una squadra di uomini veri. Sono una persona fortunata, posso solo che ringraziarli. Questa sera hanno messo in campo un enorme sacrificio fisico e atletico. Ringrazio tutti loro e tutto lo staff. Sono attaccati alla maglia. Partite del genere se non hai dei veri valori umani non puoi giocarle.

Per quanto riguarda gli aspetti tecnici della partita, questa sera abbiamo tirato da 3 punti con il 28%. Siamo andati in post basso che è il nostro punto forte e sapevamo che Venezia è una delle squadre che ha più armi rispetto al nostro gioco. Siamo talmente bravi in post basso che le squadre devono fare delle scelte per limitarci nell’uno contro uno. Ad inizio partita siamo andati molto bene in transizione, poi la partita è diventata fisica. Alla fine dovevamo andare un po’ di più di pick and roll. In generale comunque abbiamo fatto quello che dovevamo fare e lo abbiamo fatto molto bene”.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here