Legabasket: Diener e Crawford combo perfetta, festeggia la Vanoli

Successo casalingo per la Vanoli Cremona: 82 a 75 ai danni dell’Alma Trieste.

Il tonfo di Milano e la conferma chiamata Sassari: Cremona oggi è chiamata a rispondere e dare una scossa alla propria diretta avversaria meneghina al titolo. Davanti al proprio pubblico, a quel Palaradi che ha accompagnato la Vanoli nelle gioie, e quest’anno sono state tante, alle delusioni- mi viene il mente l’inizio non proprio convincente. L’ avversario in queste serie non è uno dei più abbordabili: l’Alma Trieste.

Trascinati sull’onda dell’entusiasmo; entrambe le squadre vogliono riconfermare quanto di buono visto in questa Regular Season e arrivare il più lontano possibile.

PRIMO TEMPO:

Parte subito forte la Vanoli con una tripla a pochi secondi da inizio partita di Diener (3-0), l’Alma Trieste non si fa di certo attendere e risponde subito, prima con Knox e poi con due canestri di Dragic (3-6). Primo grande vantaggio della Vanoli è a tre minuti dalla fine del primo tempo sul 19 a 12 (+7). I padroni di casa calano con il tempo e subiscono tanto la verticalità e le triple triestine: è proprio Dragic, infatti, dall’arco, a portare i suoi sul meno uno (25-24). Prima la “bomba” del 30 a 29, poi quella del 37-33: Travis Diener è oramai una garanzia nella Cremona di Sacchetti e, considerando la bella annata fino ad oggi, le motivazione per continuare su questa scia, sono molteplici. Basti solo pensare alla sconfitta casalinga dell’Olimpia in gara uno. Ritmi alti e intensità elevata, uno spettacolare primo tempo vede le due squadre in una perfetta parità tecnico e tattica: ma è 46-44 per i padroni di casa della Vanoli.

SECONDO TEMPO:

Il terzo quarto è stato il copione dei primi due: Cremona brava a sorprendere la difesa triestina da oltre l’arco, i biancorossi efficaci sotto canestro e nelle penetrazioni. L’Alma Trieste, a differenza dei primi due, però, chiude il terzo quarto in vantaggio (62-63) grazie ad una schiacciata allo scadere di William Mosley. Ultimi dieci minuti di fuoco quelli che vedono due squadre, due organizzazione e due piazze sfidarsi nel primo atto di una lunga, si spera, serie. Primo vantaggio Vanoli 68-63 a 7 minuti e 40 secondi dalla fine, accorcia immediatamente Strautins con un facile appoggio (68-65), ma ci pensa la tripla di Cavaliero a portare l’Alma in vantaggio (68-69) e una super schiacciata di Mosley ad incrementare il vantaggio (68-71). I padroni di casa reagiscono prima con un tiro dalla media di Saunders e poi con una tripla di Michele Ruzzier.

Gara uno è di Cremona: finisce 82 a 75 per i padroni di casa.