Legabasket: la Dinamo piega nel finale una buona Fortitudo, le pagelle

359
Dinamo
Facebook Dinamo Sassari

Partita spumeggiante a Sassari nella sfida di mezzogiorno. Primo ed ultimo quarto alla Dinamo; secondo e terzo alla Fortitudo. Alla lunga, a fare la differenza in campo tra le due formazioni, che si sfidano piacevolmente a viso aperto, è un sontuoso Bilan, che costringe al quinto fallo Happ, Mancinelli e Totè. Ottime le prestazioni di Spissu e Burnell, per i padroni di casa, e di Banks ed Aradori, per gli ospiti. Finisce 89 a 86 per Sassari. A seguire le pagelle.

DINAMO BANCO DI SARDEGNA SASSARI

Spissu, 7: presente per 3/4 dell’incontro, prende in mano la squadra nell’ultimo quarto e la conduce alla vittoria.
Treier, 4: giornata no in tutti i sensi. Paga la sua inesperienza a certi livelli.
Bilan, 8: MVP dell’incontro. Mette in seria difficoltà Happ e l’intero reparto dei lunghi avversari costringendoli ad una difesa dura e fallosa. Chiude con una d/d che suggella una partita magistrale.
Pusica, 5: si batte con grande energia, ma i numeri al tiro sono impietosi. Giornata storta.
Kruslin, 6: prestazione positiva della guardia sassarese, carattere, voglia e buona tecnica difensiva non gli mancano.
Devecchi, 4: grande capitano, ma purtroppo ormai fuori dai giochi della Dinamo. Non tiene più il campo a certi livelli.
Re: N.E.
Burnell, 7 ½: conferma ancora una volta di essere decisivo per gli schemi della Dinamo. Ottimo prospetto con grandi margini di crescita.
Bendzius, 6+: buona prestazione, ma da lui ci si aspetta molto ma molto di più, specialmente in difesa.
Gandini: N.E.
Gentile N.E.
Tilmann, 6+: grande impatto sulla partita, ma poi cala vistosamente, causa poco feeling con le partite ufficiali. Crescerà di sicuro.
Pozzecco, 7: azzecca tutti i cambi e gestisce con parsimonia Tilmann. Decisive pure le decisioni tecniche di non lasciare il tiro da tre a Bologna negli ultimi secondi dell’incontro.

FORTITUDO BOLOGNA 103

Banks, 7½: partita in cui torna a riveder le stelle, illuminando la partita col suo grande talento.
Aradori, 7: in certi momenti accentra troppo il gioco su se stesso, ma prestazione e numeri sono tutti dalla sua parte.
Happ, 6: si dà un gran daffare e mostra a sprazzi i suoi notevoli pregi, ma la montagna Bilan oggi è impossibile da scalare.
Mancinelli, 4: tutto ciò che gli sarebbe potuto andare storto, gli è andato storto.
Totè, 5 ½: sempre un ottimo prospetto, ma pasticcia un po’ troppo in attacco ed in difesa soffre Bilan e Tillman.
Fletcher, 6½: partita di sostanza. Lotta con discreti risultati.
Fantinelli, 6: a tratti mette in difficoltà Spissu e, ancor più, Pusica, con la sua difesa ordinata. Alla fine della giostra è però un ottimo Spissu a prevalere.
Withers, 5: partita in ombra.
Sabatini, 4: sei fantasmatici minuti.
Sacchetti, 6: fa quel che può. Non gli si può rimproverare nulla.