Legabasket: Hackett respinge una F da resa solo alla fine, le pagelle

259
Hackett

Derby di Bologna numero 112, che torna a giocarsi al Paladozza, dopo l’ultimo del 2017 giocato in A2. Squadre quasi al completo, con la Fortitudo che recupera anche Mancinelli, Aradori e Feldeine, mentre la Virtus gioca con lo stesso roster di Eurocup. 25-19 il parziale del primo quarto in favore degli ospiti. Protagonisti Procida e Hackett con 10 e 9 punti. La Fortitudo tocca il pari a 34, ma una doppia giocata di Hackett e una schiacciata di Sampson arriva un 8-0 di parziale Virtus. Altra ripresa biancoblu e timeout Scariolo sul 43-44 V a 17 secondi dall. intervallo. Assist sotto le gambe di Teodosic per Weems che chiude il primo tempo sul +3 bianconero (43-46).

La tripla di Benzing e la schiacciata in volo di Procida aprono la seconda metà gara. Cambi di vantaggio continui nella parte centrale della gara. Due palle perse a metà campo di Procida e Benzing regalano il +5 alla V. La F rientra nuovamente, ma le triple di Mannion e Alibegovic riportano gli ospiti sul +9 e l’appoggio di Sampson chiude sul +11 a 10 minuti dalla fine.

La Fortitudo si sgonfia, mentre al contrario la Virtus sale di ritmo, anche nell’ultima frazione. Feldeine e Durham riducono lo svantaggio a 1 cifra. Frazier e Benzing la riaprono ancora, quindi timeout Scariolo sul 76-78 a 4′ dalla fine. Un alley-oop di Jaiteh chiude il parziale. Airball a 1 minuto dalla fine per Hackett sul +3 Virtus. Benzing appoggia il -1 e timeout Scariolo a 13 secondi dal termine. 2/2 ai liberi di Mannion per il nuovo +3 a 10” dalla fine e timeout Martino. Pessima rimessa F con Feldeine che schianta sul ferro il pareggio. Vince un derby concitato la Virtus 85-82.

 

Fortitudo Bologna

J. Durham 4,5: due gol da 7 metri e poco altro. Molto confusionario e frettoloso in regia, quando gli si richiede ordine e calma.

R. Benzing 6: positivo e propositivo in attacco, ma lascia spesso vuoti ai lunghi opposti.

P. Aradori 5: ininfluente sulla partita.

G. Groselle 6: si sbraccia e lotta sotto canestro, ma è spesso accerchiato.

B. Frazier 6,5: il giocatore con più soluzioni, anche se spesso fa troppo da solo.

G. Procida 6,5: 2 triple dagli angoli in apertura e un 3/3 ai liberi su fallo di Teodosic. Con 15 punti a tabellino, Martino lo parcheggia inspiegabilmente in panchina.

J. Borra sv 

V. Charalampopoulos 5: non ripete la gran prova di Treviso, anzi. In difesa manca spesso l’aiuto sul lato debole, restando a guardare.

J. Feldeine 4,5: in ritardo al rientro, non entra in partita e buca spesso in difesa. Sbaglia anche la tripla del pareggio. Non si spiega il suo minutaggio.

 

Virtus Segafredo Bologna

I. Cordinier 7: gran prova dietro, dove fa sempre il suo, ma davanti fende l’aria quando tira dalla lunga. Decisivo il suo rimbalzo sui liberi finali sbagliati da Weems.

A. Tessitori sv

N. Mannion 6,5: continua ancora la lenta ripresa del play rosso ed è incisivo nei parziali che arrivano. Meglio da guardia che da play.

A. Alibegovic 6: fa il suo a rimbalzo e non si spinge troppo oltre, facendo 3 tap in proprio sotto il tabellone.

K. Hervey 6: esce per un infortunio alla fine, ma bene.

M. Jaiteh 5,5: si mette fuori gioco da solo con i falli, ma Sampson lo sostituisce a dovere.

D. Hackett 7,5: si vede il giocatore di Eurolega, per leadership, tiro, passaggio e difesa. Stasera ne ha dato gran prova.

Sampson 7: sorprendentemente bravo a fare il cambio di Jaiteh alla fine. Il suo potenziale si vede di più su giochi dinamici, che costruiti.

Weems 5,5: come succede poche volte, partita incolore.

Teodosic 5,5: male in difesa e a parte qualche giocata delle sue, non brilla.