LegaBasket: La Happy Casa Brindisi è pronta a Dikembe Dixson?

626
DIXSON

Nella Puglia del basket questo inizio di stagione è stato caratterizzato da due tormentoni. Il primo riguarda le presunte lacune di Ky Bowman, mentre il secondo concerne la curiosità relativa al rientro di Dixson. Grazie a Dio il primo dei due argomenti sopra elencati lo lasciamo ai bar e alle piazze e oggi ci occuperemo del vero topic di questo inizio di stagione dell’Happy Casa Brindisi: Dikembe Dixson.

Effettivamente si può dire che Kembe non abbia ancora vestito la maglia della Stella del Sud. Le sue uniche uscite al comando di Vitucci sono infatti due partite di preseason, una delle due con tutta probabilità già condizionata dal problema alla schiena che poi l’ha tenuto ai box in queste prime quattro giornate. La probabile data di rientro potrebbe essere quella del 30 ottobre, giorno del match con Reggio Emilia. Andiamo quindi a vedere come presumibilmente verrà inserito Dixson all’interno delle rotazioni brindisine.

L’opzione sesto uomo

La situazione più probabile, nonché quella ipotizzata già da inizio stagione, è quella di un Dikembe Dixson in uscita dalla panchina a portare punti alla second unit brindisina. Se infatti l’aggiunta di Mascolo ha portato maggiori doti di playmaking e scoring alle seconde linee brindisine il salto per avere una panchina competitiva sembra essere ancora un passo più in là. Di ciò Frank Vitucci si è reso conto e sta già cercando delle soluzioni con il materiale che ha a disposizione.

Nelle ultime uscite infatti il tecnico brindisino ha deciso di schierare in quintetto Andrea Mezzanotte, facendo entrare Junior Etou dalla panchina. Tale scelta può essere adoperata soprattutto grazie alla altissima quantità di talento presente nel quintetto titolare, che anzi, con la presenza del congolese avrebbe rischiato un esubero. Mezzanotte porta comunque pericolosità offensiva, anche limitandosi ad eseguire ciò che Vitucci disegna. L’italiano è infatti la quinta opzione offensiva in campo quando gioca col quintetto titolare e ciò gli permette di trovare facili punti poppando sul gioco corna o tagliando a canestro sul lato debole.

Dall’altro canto lo spostamento di Etou nella second unit avrebbe dovuto portare pericolosità offensiva alle seconde file dell’Happy Casa. Tale effetto collaterale sta tardando tuttavia a manifestarsi, e le possibili cause sono due. In primo luogo Etou sembra aver sofferto una flessione a livello offensivo dovuta al dover iniziare la partita da spettatore. Tale aspetto tuttavia andrà risolto da coach Vitucci parlando col giocatore. In seconda istanza la convivenza con Bayehe permette alle difese di dedicare ad Etou particolari attenzioni considerando le difficoltà offensive del centro di riserva.

L’eventuale utilizzo di Dikembe Dixoson nella second unit aiuterebbe molto in questo senso. Il numero 96 è infatti un ottimo attaccante e sembra anche avere il carattere per prendersi sulle spalle il peso offensivo della second unit brindisina. Anche considerando i suoi limiti difensivi (che comunque Vitucci limerà, vedi il caso Reed) l’innesto sarebbe con tutta probabilità fruttuoso vista la presenza nel quintetto di altri ottimi difensori come Bayehe e Riisma. Con il ritorno di Etou in quintetto le gerarchie si ricostituirebbero e l’Happy Casa potrebbe provare a mostrare la migliore versione di sé stessa.

Questa è con tutta probabilità la soluzione che adotterà Vitucci, almeno in un primo momento. Infortunio a parte, Dikembe Dixson è la vera scommessa della stagione 2022/23 dell’Happy Casa Brindisi e con tutta probabilità il coach vorrà vedere cosa la giovane ala sa fare prima di schierarlo, eventualmente, in quintetto. Detto ciò, un po’ di sana speculazione non ha mai fatto male a nessuno e nel mondo in cui stiamo per entrare Cenerentola non perde la scarpetta, Biancaneve è immune al veleno e soprattutto Dikembe Dixson parte in quintetto.