Legabasket, Happy Casa Brindisi: le pagelle di una stagione a metà

495

La squadra di Brindisi si sta affermando tra le realtà di alto livello nel nostro campionato e anche in questa stagione ha dimostrato che i buoni risultati degli ultimi anno non sono stati un caso.Al momento dell’interruzione del campionato la formazione bianco azzurra occupava la quinta posizione ed aveva da poco sfiorato la vittoria della Coppa Italia perdendo, per il secondo anno consecutivo, in finale.

La due finali di Coppa Italia consecutive e la permanenza tra le prime otto del nostro campionato sono la conferma che il progetto della dirigenza brindisina sta dando i suoi frutti e questi risultati valgono un 7,5 come voto complessivo per questa stagione.

Ecco le nostre pagelle dei giocatori di Brindisi:

Adrian BANKS 8: capitano e giocatore cardine della squadra. Questa, per Banks, è stata probabilmente una delle migliori stagioni in carriera; il giocatore bianco azzurro si è dimostrato leader sia dentro che fuori dal campo ed è uno dei maggiori artefici dell’ottima annata di Brindisi.

John BROWN 7,5: si conferma una delle pedine più importanti per Vitucci. Chiude questa stagione con ottimi numeri ed è spesso l’uomo in più per Brindisi che lo considera, assieme a Banks, una certezza.

Brindisi
Dalla pagina Facebook Happy Casa Brindisi

Kelvin MARTIN 7: l’infortunio subito a metà stagione ne limite le presenze, ma quando è in campo il suo apporto è sempre fondamentale sia sotto l’aspetto offensivo che difensivo.

Dominique SUTTON 6: gioca solamente 7 partite in maglia Happy Casa Brindisi nelle quali si dimostra un giocatore molto concreto e utile nelle rotazioni della squadra.

Bogban RADOSAVLJEVIC s.v. : viene acquistato a gettone per via dell’infortunio di Stone e gioca solamente 2 partite in campionato.

Alessandro ZANELLI 6,5: questa è per lui la stagione della riconferma in A1 e si dimostra un ottimo rincalzo dalla panchina migliorando rispetto a ciò che aveva mostrato la scorsa stagione.

Antonio Iannuzzi 5: resta a Brindisi solo per la prima metà di stagione nella quale il suo apporto è praticamente nullo e per questo viene ceduto a Napoli nel mese di gennaio.

Raphael GASPARDO 6,5: una delle migliori stagioni per l’ala grande italiana che, nonostante entri dalla panchina, si dimostra sempre pronto.

Luca CAMPOGRANDE 5,5: la guardia romana entra spesso con intensità dalla panchina per cercare di incidere da oltre l’arco, ma non sempre riesce a dare il suo massimo apporto.

Darius THOMPSON 6,5: nonostante non sia sempre stato impeccabile dal punto di vista delle percentuali al tiro Thompson si è dimostrato una valida pedina nello scacchiere di Brindisi e ha chiuso la stagione come il secondo miglior assistman della squadra.

Riccardo CATTAPAN s.v. : scende in campo in sole 5 gare e chiude la stagione con soli 2,4 minuti di media nei quali il suo impatto è veramente marginale.

Tyler STONE 7: l’ala grande USA si dimostra un giocatore capace di incidere sia difensivamente e a rimbalzo che offensivamente; la sua unica pecca è stata l’evidente calo delle percentuali da tre punti rispetto alla scorsa stagione.

Iris IKANGI 6: è la sua prima esperienza in A1 e si dimostra un buon rincalzo dalla panchina. Ha mostrato tutto il suo potenziale sotto l’aspetto difensivo e, quando ha trovato ritmo, è stato incisivo con il suo tiro da 3.

COACH Francesco VITUCCI 7: è il suo terzo anno sulla panchina di Brindisi ed ha raggiunto due finali di Coppa Italia consecutivamente. È il valore aggiunto e il regista di questa squadra che negli ultimi sta stupendo in tutta Italia e in questa stagione è riuscito persino a valorizzare gli italiani in uscita dalla panchina.

Il suo unico neo in questa stagione è quello di non essere riuscito ad incidere in Europa uscendo ai gironi di Champions League.