Legabasket: i capitani guidano Milano al successo su Cremona, le pagelle

283
Vanoli Cremona vs Olimpia Milano
Grafica a cura di Backdoor Pocast

L’Olimpia Milano vince la settima partita in altrettante gare e mantiene la vetta da imbattuta sconfiggendo una buonissima Vanoli Cremona. Gli uomini di Galbiati disputano un grande quarto quarto (29-20) dopo essere calati nel terzo (12-28). Alla coppia Rodriguez-Melli risponde quella composta da Harris e Miller. Al PalaRadi di Cremona l’incontro termina 86-93

VANOLI CREMONA

Agbamu n.e

Harris 7.5: miglior realizzatore dell’incontro. Chiude con 21 punti, 3 rimbalzi e 4 assist. Nel quarto finale insieme a Miller guida la rimonta cremonese.

Sanogo 6.5: gioca principalmente nel primo tempo prima di essere panchinato per Mcneace e non fa affatto male. Segna 7 punti, cattura 1 rimbalzo e rifila una stoppata. Buon approccio a livello d’intensità

Mcneace 6.5: discorso opposto di Sanogo, gioca principalmente nella ripresa e si fa trovare pronto a rimbalzo (6), ai quali aggiunge 11 punti.

Pecchia 6: 5 punti, 6 rimbalzi e 2 assist per l’ex di turno che sente la partita.

Poeta 6.5: nel primo tempo fa gli straordinari visti i problemi di falli di Spagnolo. Segna poco (3 punti) ma disputa un duello con Rodriguez a suon di assist (7). In ripresa dopo l’infortunio

Spagnolo 5.5: gioca solo 10 minuti in cui è condizionato dai falli. Sentiva parecchio la sfida con un altro ex del Real Madrid come il Chacho e chiude con 5 punti.

Vecchiola n.e

Tinkle 5: soffre tantissimo la fisicità dei lunghi milanesi e sta a guardare per larghi tratti. Qualche buona lettura (3 assist) ma non la mette dall’arco (0/2).

Cournooh 7: come sempre prova su entrambi i lati del campo per David in cui fa un po’ di tutto. Chiude con 11 punti, 3 rimbalzi e 4 assist oltre alla solita intensità.

Miller 7.5: finalmente Miller. Dopo la prestazione negativa con Reggio l’ex Toronto Raptors punisce la difesa milanese con la sua arma preferita (4/7 dall’arco). Buona anche la presenza in difesa. Chiude con 18 punti, 3 rimbalzi e 2 recuperi. Importantissimo per Galbiati.

 

ARMANI EXCHANGE MILANO

Melli 9: a questi livelli è semplicemente illegale. Partita dominata senza strafare. 20 punti con ottime percentuali (4/7;2/3;6/7).

Grant 5.5: un passo indietro rispetto alla prova con Sassari. Ciò nonostante si fa sentire a rimbalzo e in distribuzione (4 rimbalzi ed altrettanti assist).

Rodriguez 9: copia e incolla della prova di Melli. Vero leader della squadra con la tripla che ha chiuso l’incontro. Per il Chacho 17 punti, 6 rimbalzi e 7 assist con 5 bombe.

Leoni n.e

Tarczewski 6.5: buona prova del lungo statunitense che spesso vola sopra il ferro cremonese grazie ai suoi mezzi fisici. 11 punti e prova di sostanza.

Ricci 5: l’ex che ha lasciato il segno nell’anno della Coppa Italia vinta a Firenze non incide. 10 minuti, 1 tiro tentato e sbagliato e 2 palle perse.

Biligha 5: altro ex che non incide. 14 minuti in cui sbaglia i due tiri tentati.

Hall 7.5: giocatore solido se ce n’è uno. Presenza importante per Messina sui due lati del campo e di supporto di Rodriguez all’occorrenza. 15 punti, 2 rimbalzi ed altrettanti assist per l’ex Bamberg

Mitoglou 7.5: buona prova del lungo greco che fa tanta legna sotto canestro (4/6) ed è preciso dall’arco (2/2 con un buzzer beater nel terzo quarto). A questo aggiunge 5 rimbalzi.

Daniels 4.5: come per Grant un passo indietro rispetto alle ultime uscite. Il giocatore che ha giocato meno (4 minuti), in cui ha sbagliato le tre triple tentate qualche errore difensivo.

Alviti 5: deve riprendersi dopo l’infortunio. 2 punti e 1 rimbalzo offensivo.

Datome 6.5: dopo la super prova contro il Barça fa la classica prestazione d’ufficio con 8 punti e 4 assist e le giocate importanti quando conta.