Legabasket: il dominio a rimbalzo fa la differenza, Sassari si porta sul 2-0

146
Pierre, Sito Dinamo Sassari
La serie tra Sassari e Brindisi prometteva spettacolo e gara 2 non ha certo deluso le aspettative: le due squadre si sono affrontate a viso aperto in una gara tirata contraddistinta da un grande equilibrio per buona parte del match. Finisce 106-97 con la Dinamo che porta la serie sul 2-0.

Primo tempo

Grandissimo inizio di partita per la Happy Casa che riesce a trovare la via del canestro con estrema facilità, il Banco di Sardegna dopo un inizio soft prende le misure ed in un amen passa dallo 0-9 al 12-9.
Brindisi trova ottime soluzioni dal duo Banks-Moraschini, tra i due c’è una grande intesa e si dimostrano micidiali dall’arco. Sassari invece predilige l’avvicinamento a canestro e il gioco in post di Cooley e compagni, a fine primo quarto da segnalare una prodezza di Marco Spissu che porta i suoi sul 25-26.
Nella seconda frazione di gioco le due squadre tengono dei ritmi altissimi, cercando soluzioni in contropiede o comunque nei primi secondi dell’azione. Sale in cattedra Adrian Banks che è letteralmente on fire e inscena un clinic offensivo incredibile tirando sugli scarichi o in situazioni di isolamento, attaccando il ferro o con dei jumper. Ciononostante la Dinamo rimane sempre avanti soprattutto grazie ai rimbalzi: 27-9 all’intervallo, mentre il punteggio recita 49-47 per i padroni di casa.

Secondo tempo

 C’è sempre molto equilibrio in campo nella ripresa, con gli ospiti che, pur in maniera alterna, trovano nuova linfa in attacco dalle iniziative di Moraschini e Brown. Dall’altra parte gli uomini di Pozzecco alternano con pazienza un gioco interno a soluzioni dall’arco, ma sono sempre i rimbalzi d’attacco a far la differenza. Nonostante un buon break del Banco di Sardegna, gli uomini di Frank Vitucci  non si lasciano scoraggiare e rimangono agganciati e il terzo quarto termina 74-70.
Nell’ultima frazione di gioco sale in cattedra Chappel, decisivo su entrambi i lati del campo, mentre il solito Adrian Banks riporta avanti  suoi. La Dinamo sfrutta al meglio la lunghezza del suo roster trovando sempre protagonisti diversi, stavolta sono Spissu e Gentile a fare la differenza. La Happy Casa sembra non averne più perdendo lo smalto iniziale e sbagliando diversi tiri soprattutto dalla lunga distanza. La Dinamo invece trova nuova linfa da Pierre e Thomas ma sono ancora i rimbalzi offensivi ad essere determinanti per la vittoria. La partita si conclude sul 106-97, gara vinta anche e soprattutto a rimbalzo: 50-24 per i padroni di casa.