Legabasket: il power ranking (aggiornato) di Backdoor

353
ranking
Fonte Instagram LBA

Ventitreesima giornata alle spalle ed eccoci per un altro aggiornamento del power ranking targato Backdoor Podcast sulla Legabasket. Fatto salvo per un rinvio e la classica squadra che riposa, ecco come sono cambiati gli stati di forma delle altre dodici del nostro campionato.

#1 Armani Exchange Milano (18-3)

Milano gioca una partita spinosissima contro Cantù, e non dal punto di vista dell’impegno sportivo. Per l’Olimpia la testa è ovviamente all’Eurolega, arrivare nella migliore condizione possibile alle ultime gare di regular season sarà a dir poco fondamentale.

#2 Happy Casa Brindisi (15-5)

Brindisi costretta a fermarsi a causa del focolaio in casa Sassari, per coach Vitucci non è necessariamente una bruttissima notizia.

#3 Virtus Segafredo Bologna (15-7)

La Segafredo ottiene una pesante vittoria fuori porta sul campo di Pesaro, guidata da Adams e Pajola, molto convincenti. La concentrazione virtussina, però, come per Milano, è all’Europa: i playoff di EuroCup saranno decisivi per il futuro delle Vu Nere.

#4 Banco di Sardegna Sassari (13-6)

Ancora ai box e lontano dalla palestra il Banco di Sardegna, il Covid colpisce in un momento molto delicato i sardi, sebbene le misure di prevenzione si possano definire adeguatamente cautelative.

#5 Umana Reyer Venezia (13-8)

Discreta prova di forza della Reyer, che sconfigge largamente a domicilio Trieste, grazie ad un’ottima prestazione difensiva che ha tenuto i giuliani a soli 69 punti segnati. Non è più una novità l’ennesima gara maiuscola di Stefano Tonut.

#6 De’ Longhi Treviso (11-11)

Treviso è letteralmente la variabile impazzita e la squadra più imprevedibile di questo campionato. Si fa rimontare una partita ampiamente condotta su Cremona, va in svantaggio, ma alla fine porta a casa i due punti e la sesta piazza nel ranking, grazie ad un tap-in vincente di Akele.

#7 Allianz Pallacanestro Trieste (11-11)

Come detto, soffre l’Allianz contro Venezia. Fatica tremendamente nel terzo quarto, ed è lì che perde una partita in cui ha trovato punti sostanzialmente solo dai quattro giocatori che hanno chiuso in doppia cifra: Alviti, Doyle, Upson e Delia.

#8 Carpegna Prosciutto Pesaro (9-12)

Pesaro non può chiedere più di tanto dalla sfida ad un roster molto più profondo, come quello di Bologna. Ma il record dei ragazzi di Repesa comincia a guardare in modo preoccupante verso il basso. Paul Eboua potrà dare una mano?

#9 Dolomiti Energia Trento (7-13)

Trento rialza prepotentemente la testa, e lo fa incontrando una vecchia e lieta conoscenza come Maurizio Buscaglia. La solida prestazione su entrambe le metà campo al cospetto di Brescia, oltre che il contributo finalmente omogeneo di tutti gli stranieri scesi in campo, rilancia la Dolomiti Energia verso il nono posto del ranking.

#10 Vanoli Basket Cremona (8-14)

Come spesso accaduto in stagione, a Cremona è mancato l’ultimo sforzo, o semplicemente qualcosa in più che non poteva dare, per portare a casa la sfida contro Treviso. Tuttavia, è decisamente incoraggiante il contributo di Barford, autore di 33 punti nel week-end.

#11 Germani Brescia (9-12)

Ripido e inevitabile scivolone nel ranking per Brescia che, raggiunto l’ottavo seed la scorsa settimana, precipita in seguito ad una sconfitta che potrebbe farla tornare a dubitare di sé stessa e perdere qualche certezza.

#12 Openjobmetis Varese (7-14)

Turno di riposo per Varese che osserva la bagarre salvezza, sperando che, come presumibile, alla fine non ci sia alcuna retrocessione.

#13 Acqua San Bernardo Cantù (7-15)

Cantù non ha molte chance contro Milano, per lo più priva del proprio staff tecnico. Se non altro, in questo fine settimana ci siamo accorti delle potenziali doti da tecnico, o presunto tale, del saggio Leunen.

#14 Fortitudo Lavoropiù Bologna (8-13)

Nella sfida tra le formazioni più in difficoltà della graduatoria e del ranking, ha la meglio la Fortitudo. In casa F Scudata, in ogni caso, restano gli strascichi di una spiacevolissima parentesi, che ci auguriamo tutti venga chiarita quanto prima.

#15 UNAHOTELS Reggio Emilia (7-15)

Reggio sempre più a fondo, nonostante l’esonero di Martino. Ci sarà moltissimo da fare per coach Caja, che, come se non bastasse, dovrà far fronte all’impegno europeo in FIBA Europe Cup, dove la Reggiana è agli ottavi.