Legabasket: il power ranking (aggiornato) di Backdoor

457
ranking
Fonte Instagram LBA

Ancora lunedì, ancora il power ranking di Backdoor Podcast sul campionato di Legabasket, questa settimana fondamentale più che mai, viste le tante squadre con lo stesso record, appaiate a ridosso della zona playoff.

#1 Armani Exchange Milano (18-4)

Nonostante la sconfitta con Varese nel posticipo di Pasquetta, Milano rimane in vetta anche se con molte meno certezze rispetto al recente passato.

#2 Happy Casa Brindisi (17-5)

Brindisi vince, convince e, in attesa di Harrison, trova un apporto bilanciato tra americani e italiani, con tutti protagonisti e un Darius Thompson sempre più leader, oltre che playmaker di livello europeo.

#3 Virtus Segafredo Bologna (17-7)

La Virtus approfitta di una Sassari non in condizione di affrontare una sfida così importante. Da segnalare: Alessandro Pajola sano è probabilmente uno dei più grandi fattori, non solo di questa squadra, ma di tutto il campionato.

#4 Banco di Sardegna Sassari (14-7)

Il Covid potrebbe aver fortemente condizionato la stagione della Dinamo, che non può nulla contro lo strapotere bolognese e ha bisogno di un po’ di tempo per ricomporsi e ritrovare ordine e forma fisica.

#5 Umana Reyer Venezia (14-9)

Brutto crollo di Venezia, che si fa inspiegabilmente rimontare da Trento, arrivando al supplementare prima e perdendola, poi, in un overtime in cui è riuscita a segnare soltanto 4 punti.

#6 De’ Longhi Treviso (13-11)

Treviso è ormai l’affermata bella sorpresa di questa stagione, stabilmente dietro le big di questo ranking, nel week-end sconfitta una Pesaro in difficoltà, grazie al solito Sokolowski e ad un contributo incoraggiante di Mekowulu.

#7 Allianz Pallacanestro Trieste (11-12)

Trieste riposa e non può che fare bene in un momento della stagione così, davanti corrono e dietro la situazione è confusa, l’Allianz è in un limbo.

#8 Fortitudo Lavoropiù Bologna (9-14)

La Fortitudo alza la testa dopo un’infinità di vicissitudini e adesso addirittura vede i playoff, un Adrian Banks che si sta comportando da Banks, regala alle aquile l’ottava piazza nel ranking e la vittoria su Brescia.

#9 Dolomiti Energia Trento (9-14)

Anche Trento si dà una scossa facendo fuori inaspettatamente la Reyer, che possa essere la svolta della stagione trentina, considerando una corsa playoff mai così tanto incerta, aperta e combattuta?

#10 Openjobmetis Varese (8-14)

Varese espugna Milano e fa un salto incredibile a livello di consapevolezza e morale. Una vittoria così può cambiare il finale di stagione e regalare obiettivi insperati fino a un mese fa.

#11 Carpegna Prosciutto Pesaro (9-14)

Come dicevamo, la Carpegna Prosciutto è invece in un periodo negativo, ne ha parlato coach Repesa e i risultati lo testimoniano. Chissà se il reinserimento di Paul Eboua potrà imprimere un qualsiasi tipo di impatto sulle sorti della squadra.

#12 Vanoli Basket Cremona (9-15)

La Vanoli batte una Reggiana ormai abbandonata a sé stessa, ma no ne trae troppo beneficio in ottica classifica e ranking. Bene comunque ottenere due punti non scontati, prima del turno di riposo che attende Cremona la prossima giornata.

#13 Germani Brescia (9-14)

Brescia è oggettivamente un roster che ha dei limiti, ma tendenzialmente è ancora in cerca della propria identità, sebbene la stagione sia giunta al termine. La sconfitta a Bologna è un po’ la fotografia della stagione opaca della Germani.

#14 Acqua San Bernardo Cantù (7-16)

Cantù non ha molto da chiedere alla sfida contro Brindisi, ma deve ricomporsi e cercare di strappare qualche punto per evitare di chiudere all’ultimo posto, a prescindere dal fatto che esso implichi la retrocessione o meno.

#15 UNAHOTELS Reggio Emilia (7-16)

Stesso discorso vale per la Reggiana, che però ormai appare quasi totalmente spenta. Alla stagione della UNAHOTELS serve una scintilla insperata che dovrebbe arrivare da qui alle ultime uscite stagionali, intanto merita l’ultima piazza del ranking.