Legabasket: il power ranking della quattordicesima giornata

205
Power_ranking_Legabasket

La quattordicesima giornata di Legabasket ha portato con sé dei risultati prevedibili e qualche sorpresa. L’upset di giornata lo ha realizzato la GeVi Napoli, ma esiti interessanti sono arrivati anche da altri campi. Dopo questo turno, le Final Eight di Torino assumono contorni sempre più definiti. Vediamo insieme, quindi, come è cambiato il nostro consueto power ranking dopo lo scorso fine settimana.

 

16- UNAHOTELS Reggio Emilia

Reggio Emilia non riesce a conquistare la seconda vittoria consecutiva e viene fermata in casa propria da Sassari. Brutta sconfitta per la squadra di Sakota, che non dà mai la sensazione di poter effettivamente rientrare in partita dopo essere andata sotto nel primo quarto. Unica nota di merito per Cinciarini, diventato il miglior assistman nella storia della LBA.

 

15- Tezenis Verona

Verona perde il derby contro Venezia e vede arrestarsi bruscamente la propria rincorsa. Dopo una serie di partite in cui la Tezenis aveva prodotto ottimo gioco, ieri la squadra di Ramagli si è incagliata contro l’ostica difesa di Venezia, in una partita molto povera offensivamente.

 

14- Nutribullet Treviso Basket

Treviso dura soltanto due quarti contro Pesaro e ferma la propria rincorsa, dopo le ultime straripanti vittorie. La Nutribullet rimane agganciata agli avversari nei primi 20 minuti, ma poi le troppe palle perse e le percentuali dall’arco penalizzano gli uomini di Nicola.

 

13- Happy Casa Brindisi

Brindisi non riesce a contenere l’attacco straripante di Varese e subisce ancora una sconfitta. Non bastano i 31 punti di Marcquise Reed agli uomini di Vitucci, le cui percentuali dal campo sono ancora una volta troppo penalizzanti. L’Happy Casa non riesce a trovare un proprio ritmo e della costanza significativa.

 

12- Gevi Napoli

La Gevi si aggiudica l’upset di giornata battendo Milano e ridestandosi da un sonno profondo. Le vicissitudini dell’ultima settimana hanno smosso la squadra, che risponde presente soprattutto grazie ai canestri di Michineau, Howard e Uglietti. Due punti fondamentali per Napoli, che ora dovrà integrare al meglio Young.

 

11- Givova Scafati

Scafati non riesce a superare l’ostacolo Trieste. La squadra di Caja va avanti anche sul +12 a cavallo dell’intervallo, ma poi si blocca completamente in attacco. Ancora una volta, Pinkins e Logan giocano una partita straordinaria, ma tutto il resto del gruppo non riesce ad incidere come ha dimostrato di saper fare.