Legabasket: il power ranking della sesta giornata

486
Power_ranking_Legabasket

Nello scorso weekend è andata in scena la sesta giornata di Legabasket, che ha confermato in vetta alla classifica una sola capolista. Vediamo allora come sono cambiate le posizioni all’interno del nostro power ranking, aggiornato secondo i più recenti risultati. In questo modo, proviamo anche a tirare insieme le somme di questa prima parte di girone, visto che il campionato tornerà tra quasi due settimane per la pausa nazionali.

 

16- Tezenis Verona

Verona prima allunga su Trento, poi si fa recuperare e perde all’overtime. La squadra di Ramagli si può quindi dire soddisfatta per il carattere e il gioco mostrato, ma non altrettanto per il risultato. Ottimo, fin da subito, l’inserimento del nuovo arrivato Sanders.

 

15- Givova Scafati

Scafati torna in casa propria, al PalaMangano, ma il suo fortino viene subito espugnato da Varese. Imperdonabile la dose di punti concessi nel solo primo tempo, ben 59, una prova decisamente sottotono per una difesa che fino ad ora non ha mai sfigurato.

 

14- Gevi Napoli

A Napoli non riesce l’impresa al Taliercio e cede contro Venezia. Come al solito, la banda di americani suona la carica contro la Reyer ma non basta, e la sensazione è che potrebbe non bastare per tutto il continuo del campionato. La Gevi deve trovare un proprio equilbrio, nel talento e nella gestione degli italiani.

 

13- Pallacanestro Trieste 

Seconda vittoria consecutiva per Trieste, che ottiene la prima vittoria in casa contro Sassari. La squadra di Legovich parte fortissimo, e nel terzo quarto chiude le saracinesche in difesa. Ottime le prove di Bartley e di Spencer, che sotto canestro stravince il duello con i lunghi della Dinamo.

 

12- Nutribullet Treviso

Grande vittoria per la Nutribullet, che supera meritatamente Brescia nell’anticipo del sabato sera. A fare le fortune di Nicola è soprattutto l’attacco, che segna ben 33 punti nel solo terzo quarto. Migliore in campo è Sokolowski, ma da segnalare anche degli ottimi flash di Iroegbu, soprattutto in penetrazione.

 

11- Banco di Sardegna Sassari

Sassari parte malissimo contro Trieste e non riesce a recuperare, incappando in una brutta sconfitta. Dopo un inizio promettente, la squadra di Bucchi in queste settimane si è persa. I giocatori sembrano scollati tra di loro, e quelli che dovrebbero essere i protagonisti principali stanno deludendo molto, primo fra tutti Onuaku.