Legabasket: la Virtus alza il volume e schiaccia la Reyer, le pagelle

237
Virtus

Dura un tempo il match dell’Umana Reyer Venezia che al PalaTaliercio subisce la netta forza della Virtus Segafredo Bologna, 65-84 il risultato finale. Splendido esordio di Jakarr Sampson per le VuNere che trovano risposte anche da Alessandro Pajola e Kyle Weems oltre al “solito” Kevin Hervey per fare 3su3 in campionato. Non basta Mitchell Watt alla Reyer che deve contemplare il secondo stop consecutivo in LBA.

Umana Reyer Venezia

Tonut 5: uomo nel mirino l’MVP del campionato. Tutti l’aspettano come protagonista della gara, invece dopo un sufficiente primo tempo nella ripresa fatica contro la difesa virtussina mai. 1/6 dal campo, tanta, troppa difficoltà

Daye 5: due triple di fila a segno nel primo quarto, ma non è per nulla serata perchè la Virtus lo azzanna e lo mette a cuccia. Uscito per falli commessi tra cui un tecnico per troppe proteste.

De Nicolao 5: 4 assist, ma anche 4 palle perse e troppa confusione soffrendo troppo.

Sanders 5: non si fa mai vedere, come il resto della squadra sparisce nel secondo tempo.

Phillip 5,5: tanti rimbalzi (7), ma sparacchia (2/9 al tiro).

Echodas 5: 10′ di estrema difficoltà sotto-canestro, gli avversari lo tengono a bada.

Charalampoulos 5,5: preferito da De Raffaele al posto di Julyan Stone, non porta energia e garanzie, tante difficoltà in marcatura sugli avversari. E si pone il classico “What if” con Julyan Stone al suo posto…

Valerio Mazzola: NE

Brooks 6: 9 punti e 6 rimbalzi, di sicuro dopo Watt il migliore in casa Reyer per efficacia, ma non basta.

Cerella 6: 5′ finali per tentare la disperata rimonta in un quintetto Small. Una tripla e un pallone vagante.

Vitali 5: enorme difficoltà, difensivamente è troppo in versione critica e gli avversari hanno vita facile.

Watt 7: Prima parte di gara devastante dove trasforma in oro colato tutti i canestri orogranata facendo credere che sia gran serata; poi Sampson e Hervey lo annullano e con se tutta la Reyer crolla.

 

Virtus Segafredo Bologna

Tessitori 6,5: tante sportellate, rimbalzi, lotta sotto-canestro come un leone e non demorde mai.

Belinelli 5,5: fatica, tanta al tiro, non si accende mai (1/7, 0/5 da oltre l’arco), si mette a giocare per i compagni e lì trova risposte migliori.

Pajola 8,5: strepitoso e assolutamente devastante in retroguardia: 4 recuperi uno più bello dell’altro per finalizzare in contropiede. Imprescindibile e assolutamente decisivo, a scuola di difesa dal Pajo.

Alibegovic 7: non è efficace almeno all’inizio, poi sale di colpi e la Virtus ne beneficia.

Hervey 7,5: primo tempo di estrema difficoltà. Sembra essere serata negativa… e invece terzo quarto da 11 punti personali, contribuisce a cancellare Watt dal campo e al super break bianconero.

Ruzzier 6,5: positivo perchè non disfa il buon lavoro virtussino. Incursioni a canestro che diventano letali, regia pulita.

Jaiteh 5,5: fatica, tantissima nel tenere un cliente come Watt. Tre falli spesi in poco tempo a inizio terzo quarto e poi non rientra più in campo.

Alexander 5,5: qualche incertezza, forse qualche superficialità, Gli viene preferito Ruzzier, a ragione.

Matteo Barbieri: NE

Sampson 8,5: è arrivato da pochi giorni ed esordisce con il botto, 17 punti in 16’45” con 7/8 al tiro e un pieno di energia. Se il buongiorno si vede dal mattino, ben venga per coach Scariolo avere problemi di abbondanza…

Weems 7,5: continuo e grande sacrificio in difesa, ne mette 15 prendendosi 13 tiri, ma mette sicurezza e grande opportunismo. Quando lo si chiama, lui c’è.

Teodosic 6: primo tempo pasticcione e intestardito (leggasi le 5 palle perse). Poi capisce di cambiare registro e offre assist a valanga salendo in cattedra nella ripresa, e la Virtus ringrazia.

 

Pagelle redatte da Achille Amadi