Legabasket: le pagelle di Olimpia Milano-Pall.Cantù

302
Foto di Alessia Doniselli

Al Mediolanun Forum di Assago va in scena il 168° derby tra Milano e Cantù con vittoria dell’Acqua San Bernardo bravissima a prendere le redini del match nel primo tempo, resistere all’ondata Milanese ed imporsi con freddezza nel finale di partita.

Qui le pagelle dell’incontro

OLIMPIA MILANO

Amedeo Della Valle 5: momento non facile per ADV, quello 0/2 da 3 in pochi secondi col secondo tiro dall’angolo che non arriva al ferro forte segnale che qualcosa, soprattutto a livello fisico, non va.

Vlado Micov 8: nel primo tempo Milano è lui, nella rimonta del 3° quarto c’è la sua firma, ma arriva col fiato e e quel fade-away sul -2 per pareggiare è stato significativo.

Paul Biligha 6: entra e dà il suo contributo con il solito dinamismo, 6 punti in 25’.

Arturas Gudaitis 5: si vede che ci prova, piccoli miglioramenti, giocate anche importanti nel 4° ma gli manca l’esplosività al ferro.

Riccardo Moraschini 6: nel disastroso primo tempo è quello insieme a Micov a mettercela tutta, nel secondo tempo vede poco il campo.

Sergio Rodriguez 5,5: non il solito Chacho, sbaglia tanto, nella ripresa cerca di mettere la sua firma ma sbaglia le due triple per pareggiare.

Keifer Sykes 5: partita condizionata subito con 2 falli in 6’, poi si mette bene a disposizione della squadra e mette pure la tripla del +5 a 2’40”…manca però quella per il +4 a 30”.

Andrea Cinciarini 7: cuore di Capitano, segna 2 triple pesantissime, si sbatte come un matto in difesa dando l’esempio.

Jeff Brooks 5: anche per Brooks, come per ADV, non un bel momento, fa delle buone giocate in difesa ma in attacco non incide e a volte sembra perso.

Luis Scola 8: suona la carica nella ripresa, 17 punti su 21 personali nel secondo tempo ma non è bastato alla fine

Aaron White SV:

PALLACANESTRO CANTÙ

Cameron Young 6: fa il suo, ha a che fare con un Micov indemoniato, però nel 4° periodo spara una tripla fondamentale per riprendere l’Olimpia.

Kevarrius Hayes 7,5: 15 punti e quel cruciale 2/2 dalla lunetta dopo aver subito fallo da Gudaitis a rimbalzo difensivo, partita solida per lui per tutti i 40.

Wes Clark 7.5: primo tempo da Leader, accurato, scelte giuste al momento giusto poi sparisce nel 3° periodo per ritrovarlo in gran carriera con Buzzer-Beater da centrocampo sulla sirena dei 24” in un momento in cui l’inerzia era dalla parte di Milano.

Andrea La Torre 6: 6 punti con 2 triple, si dà da fare e fa il suo.

Jeremiah Wilson 5: unico a non brillare dei suoi soprattutto in difesa ha subito troppo i lunghi di Milano.

Joe Ragland 6,5: non è più il Ragland di una volta, ma chiude con 11 punti in 21’, 19 di valutazione. Partita ordinata.

Jason Burnell 8: dicasi doppia-doppia da 13+11, canestri pesantissimi in momenti cruciali, deve subire l’esperienza di Scola in difesa ma nel finale ha la meglio lui soprattutto con quella tripla in risposta a Cinciarini per il pareggio sul 75-75. Chiude con 26 di valutazione

Andrea Pecchia 6,5: non lo si vede per quasi tutta la partita poi mette una tripla pesantissima e il canestro del sorpasso a 30”. Attributi e personalità non mancano.