Legabasket: Milano esce nel 4° e vince a Varese, le pagelle

421
Olimpia

Varese gioca tre quarti di grande livello (64-60) trascinata da un grande Alessandro Gentile (22 punti) ma nell’ultima frazione si arrende all’Olimpia Milano 82-79 di un super Devon Hall (16 punti) e del solito impeccabile Nik Melli (14 e 9 rimbalzi). Varese è sul -3 e possessO finale per pareggiare ma Ale Gent mancherà la tripla.

PALLACANESTRO VARESE

Kell 6,5: mesi di stop, esordisce dalla panchina e fa vedere di ch pasta è fatto! VaRese può sorridere, ha un PG di personalità e talento.

Amato 5: la sua tripla l’ha messa in 5′ di utilizzo con anche una persa.

Gentile 8: primo quarto enciclopedico da 13 punti, nella ripresa gioca più per la squadra ma rimane sempre il pericolo numero uno in campo. Tiene in vita Varese fino all’ultimo mancando la tripla del possibile pareggio.

Beane 6,5: entra, spara 2 triple facendo impazzire il palazzetto (+8).

Sorokas 5: lotta ma sotto canestro non è cinico, manca due comodi appoggi nel momento caldo di Varese.

De Nicolao 5: parte titolare, Vertemati lo preferisce a Wilson nelle rotazioni ma il gioave DeNik sembra ancora lontano da una buona forma.

Wilson 4: anonimo…ancora una volta.

Egbunu 7: primo tempo un po’ nervoso e poco concentrato, nella ripresa aggredisce il ferro come sa fare creando molti problemi a Milano. Chiude con 14 punti e 14 rimbalzi.

Jones 5: l’impegno e la volontà ci sono ma concretizza poco. Sparito nel 2° tempo.

Ferrero 6: entra in campo solo nel terzo quarto, prende due tiri e li segna entrambi rianimano squadra e palazzetto. Solito cuore capitano.

Caruso 6: Vertemati gli concede pochi minuti (3) ma Guglielmo lo ripaga con anche un bel 2+1 per tenere avanti Varese dopo 3 quarti.

 

OLIMPIA MILANO

Melli 8: come sempre dannatamente incisivo. Giocata giusta al momento giusto. Sempre. Nel 4° periodo spiega pallacanestro su ambedue i lati del campo e la decide lui.

Grant 4: un corpo (estraneo) per il campo, non convince ancora.

Rodriguez 6,5: primo tempo anonimo (una tripla), comincia la ripresa con 5 punti consecutivi per indirizzare la partita.

Tarczewski 6: fa timidamente il suo, si fa trovare pronto quando chiamato in causa. Qualche sbavatura ma il suo lavoro lo ha fatto

Ricci 7: solido, affidabile, rapporto qualità-impatto altamente positivo. Ricci è il vero 6° uomo che cambia la gara dell’Olimpia. Dicasi 9 punti in 14′.

Biligha 5: breve comparsata con tanto di schiacciata. Niente di più.

Moraschini 4,5: se non sfrutta queste occasioni, impalpabile con tanti errori come il layup lasciato sul primo ferro.

Hall 7,5: immarcabile nel primo tempo (9 punti), nel secondo si vede di meno ma quando si attiva è letale.

Mitoglou 5: c’è ma non lascia il segno.

Shields 5,5: entra dalla panchina e….non è serata! Anche Shields è umano e a Masnago non ha mandato in scena la solita prestazione dominante (3/11 dal campo).

Datome 6: 7 punti in 19′, partita onesta per un Gigione che deve ancora tornare al 100%