Legabasket: Napoli primo acuto e Reggio Emilia cede, le pagelle

83
Napoli-Reggio Emilia

Napoli sa scappare, Napoli sa soffrire. Gli azzurri toccano anche il +22 (49-27), poi incassano la replica di una Reggio Emilia mai doma e capace anche di mettere clamorosamente in discussione il risultato all’ultimo minuto. A Max Menetti non basta una prestazione super di Mikael Hopkins, 18 punti e 12 rimbalzi per lo statunitense di passaporto ungherese, per evitare il terzo stop consecutivo tra campionato e BCL, Buscaglia si gode il primo successo dei suoi nel segno della maggior lucidità.
Finisce 73-67.

 

GeVi Napoli

D. Michineau 7: è l’uomo delle matasse da sbrogliare, segna 14 punti, serve 5 assist e si batte come un leone in difesa pressando sul perimetro e trovando anche la stoppata spettacolare su Robertson. Decisiva la sua difesa su Cinciarini che costringe l’ex Olimpia all’infrazione di passi nell’ultimo minuto.

R. Johnson 6: 10 punti a referto, ma soprattutto la tripla del 72-57 che mette una seria ipoteca sulla gara. Da migliorare il gioco di squadra, troppe volte cerca l’isolamento.

E. Stewart 5,5: si vede troppo poco, forse penalizzato dal fatto che le gerarchie non siano ancora chiare. Napoli ha bisogno di lui, però, per fare un passo in avanti dal punto di vista offensivo.

D. Agravanis 6,5: non è stato bene in settimana, ma resiste stoicamente in difesa diventando un vero e proprio “baluastro”, fusione di baluardo e pilastro cara al “tennico” del Bar Sport di Stefano Benni.

J. Williams 7: fa quel che ci si aspetta da lui, 15 punti ed 8 rimbalzi, mettendo in mostra atletismo, ma anche movimenti in post. Nel finale cala un po’ per debito d’ossigeno.

J. Howard 7: ancora non al meglio, entra però nei momenti importanti dei suoi, trovando soluzioni a situazioni complicate.

L. Uglietti 6,5: il Ministro della Difesa di coach Buscaglia si fa sentire come sempre ed è bravo a non farsi condizionare dagli errori. Esemplare lo sfondamento che riceve dopo aver sbagliato un appoggio facile.

N. Dellosto: ne.

S. Zanotti 5,5: 4 minuti in cui non fa notare la propria presenza.

A. Zerini 7: stavolta incide poco in attacco ma difende in maniera quasi celestiale, serve due stoppate che fanno saltare in piedi il pubblico.

 

UnaHotels Reggio Emilia

A. Cinciarini 7: è l’ultimo dei suoi a venir meno, anche stavolta va ben oltre i 30′ e distribuisce una doppia cifra di assist. Nel finale è concepibile che anche lui perda lucidità.

K. Robertson 5: luce spenta in attacco, non riesce mai ad essere incisivo.

O. Olisevicius 6,5: inizio difficile, poi si accende e guida la rimonta dei suoi. Ancora in rodaggio.

N. Reuvers 6,5: solido quando chiamato in causa, accende le speranze dei suoi in apertura di quarto periodo. Nel mezzo ottimi movimenti senza palla, anche premiati con la schiacciata facile.

M. Hopkins 7: all’inizio sembra esserci solo lui, poi viene gestito da Menetti nel momento in cui pare patire il dinamismo di Williams. Nel finale riapre clamorosamente i giochi con la tripla frontale.

S. Anim 4,5: di lui non si è visto nulla, se non l’infografica di Chi l’ha visto.

G. Stefanini: ne

D.J. Funderburk 5,5: la cosa migliore che fa è l’assist in angolo per Reuvers in apertura di quarto periodo, dopodichè lo si vede solo a sprazzi.

M. Diouf 5: poco spazio, ma poco anche il suo apporto alla causa, non in linea con precedenti uscite.

A. Cipolla 5: si vede solo per la stoppata subita da Zerini.