Legabasket: Napoli va di autorità e sconfigge Treviso, le pagelle

184

Dopo le due sconfitte in Supercoppa, Napoli riesce finalmente a battere Treviso, al termine di una gara che i partenopei han condotto con autorità. Dopo un avvio tutto ospite, con la Gevi che faticava a trovare il fondo del secchiello, è la regia di Velicka e la classe di Rich che ispirano il pareggio prima ed il sorpasso poi. Una volta con la barra dritta, la squadra di Pino Sacripanti non si volta più indietro, controllando il vantaggio, arrivato anche oltre la doppia cifra, e gestendo poi la rimonta trevigiana nel finale. Quarto periodo dominato dal nervosismo tra tecnici e antisportivi che spezzettano il gioco e di fatto imbruttiscono il match. Napoli non si lascia scoraggiare e, rintuzzando colpo su colpo alle scorribande avversarie, ottiene la sua prima vittoria in campionato alla terza giornata, con il tabellone che al termine dei 40′ recita 82-70. Prima sconfitta in stagione regolare per la truppa di Menetti, stasera tradita da un reparto lunghi che nella gara di un mese fa aveva dominato il parquet del PalaBarbuto.

Gevi Basket Napoli

Zerini 7: si fa trovare pronto, mette punti e regala sostanza alla difesa, gladiatore.

McDuffie 6,5: primo incolore, si sveglia nella difesa e propizia la fuga del terzo quarto. È un fattore e sa come incidere, gli manca solo la continuità.

Velicka 7,5: 12 punti e tre assist non dicono nulla del suo impatto sul match. Comanda bene le operazioni, è preciso al tiro e fa pentole e coperchi.

Parks 7: mette punti importanti e fa le cose semplici, essenziali. Scrive a referto 12 punti e 7 rimbalzi.

Marini 5,5: ci mette impegno e cuore, ma la palla non entra.

Mayo 5: serata no al tiro, passo indietro notevole rispetto alle ultime prestazioni.

Elegar 7: ci sono 11 punti e 8 rimbalzi per il signore dell’area colorata. Parte con le marce basse poi cresce insieme alla squadra, inchiodando schiacciate pesanti a fine match.

Uglietti sv: troppo pochi i minuti sul parquet per una valutazione complessiva.

Lombardi 6: solito leone dell’area e non solo, gioca solo 8′ minuti, ma si fa ricordare.

Rich 8: esiziale nel modo in cui domina la partita. Non sarà al 100% e quindi dosa le energie, ma fa le cose giuste, guida i compagni e si è preso quella leadership per cui Pino gli ha chiesto di rimettersi gli scarpini.

 

Nutribullet Treviso Basket

Russell 6: mano non precisa al tiro e qualche soluzione rivedibile, ma è uno degli ultimi a mollare

Bortolani 8: partita assurda la sua con 23 punti e 8 rimbalzi a testimonianza della sua crescita e dei suoi mezzi, anche se oggi non è bastato.  

Casarin 6: si sbatte e non poco su ambo i lati del campo, dimostrandosi arma tattica importante per coach Menetti.

Chillo 5: non è la sua serata e non porta la solita energia dalla panchina.

Sims 5,5: ci prova, ma da sotto non riesce mai a metterla dentro (1/9). Con coraggio e dedizione massima si può lavorare, ma i risultati non sono sempre quelli sperati.

Sokolowski 5: non riesce ad esprimersi al meglio, ingabbiato dalla difesa avversaria nella quale aveva fatto sfracelli qualche settimana fa.

Dimsa 5: mano freddissima e poca lucidità su ambo i lati del campo stasera.

Jones 6: parte fortissimo con una schiacciata volante da applausi, cala alla distanza non essendo un fattore per dare la scossa ai suoi.

Akele 5,5: altro ragazzo in divenire che mostra grinta e cuore, ma senza quella voglia necessaria per superare le difficoltà quando queste si presentano.