Legabasket: il power ranking (aggiornato) di Backdoor

660
power ranking

È lunedi ed è quindi tempo di power ranking per Backdoor Podcast. Andiamo a vedere come si è evoluta la situazione dopo una terza giornata di campionato che ci ha regalato il derby lombardo per eccellenza, scontri al vertice e scontri già molto importanti per non rimanere troppo indietro in classifica.

 

1) Virtus Segafredo Bologna (3-0)

La vittoria contro Venezia è una prova di forza che conferma ancora una volta quanto questa Virtus sia un passo più avanti rispetto a tutte le altre. La sorpresa maggiore è l’esordio di Sampson, fin da subito molto positivo con 17 punti in 17 minuti, la nota negativa l’infortunio occorso a Jaiteh, sperando non sia nulla di importante.

 

2) Armani Exchange Milano (3-0)

Il derby contro Varese nascondeva molte insidie, causa le fatiche di Eurolega di appena 40 ore prima. Non a caso la partita è stata molto combattuta fino alla fine, ma un Rodriguez in forma smagliante e una difesa di livello nel 4 quarto hanno portato gli uomini di Messina alla vittoria.

 

3) Happy Casa Brindisi (2-1)

Dopo la figuraccia in Champions League la squadra di Vitucci in campionato ha ripreso da dove si era fermata, una vittoria. Da segnalare le buonissime prove di Chappell e soprattutto  di Nick Perkins: 26 punti, 6 rimbalzi e il ruolo sempre più evidente di leader.

 

4) Umana Reyer Venezia (1-2)

La Reyer non regge più di metà gara contro la schiacciasassi Virtus, fermandosi completamente in attacco e concedendo ben 29 punti nel solo terzo quarto. 21 punti da Mitchell Watt e poco altro dal resto della squadra portano alla seconda sconfitta consecutiva in campionato.

 

5) Banco di Sardegna Sassari (2-1)

La sfida contro Reggio Emilia è stata sicuramente la più divertente della giornata, conclusasi con la vittoria all’overtime per la formazione di Cavina. Finalmente si rivede il “vecchio” Bendzius, mentre Battle e Clemmons sembrano migliorare di partita in partita.

 

6) NutriBullet Treviso Basket (2-1)

La prima sconfitta del campionato arriva contro Napoli, apparsa molto più con il coltello tra i denti. Ancora una volta una prova clamorosa di Bortolani, 23 punti e 8 rimbalzi, ma Sims stecca 8 dei suoi 10 tentativi dal campo e la squadra non riesce mai a reagire contro una Gevi sempre in controllo.

 

7) Allianz Pallacanestro Trieste (2-1)

L’Allianz riesce a portare a casa la sfida contro Brescia dopo averla quasi chiusa nel primo tempo e aver rischiato di perderla nel secondo. Finalmente si riaccende Adrian Banks, autore di una prestazione da 25 punti, ma altrettanto fondamentale è il rientro di Campogrande: 100 % dal campo e 14 punti chiave.

 

8) UNAHOTELS Reggio Emilia (2-1)

Nonostante la sconfitta contro Sassari la squadra di Caja appare ancora una volta molto rodata fin da queste prime giornate. Hopkins continua a fare la voce grossa sotto canestro, mentre sale sempre di più nelle gerarchie Bryant Crawford, prima opzione offensiva degli emiliani per la maggior parte della gara.

 

9) Bertram Derthona Basket Tortona (1-2)

Derthona prosegue il suo tortuoso cammino in Serie A con una sconfitta contro Brindisi. La sensazione è che la squadra di Ramondino sia stata fin qui troppo altalenante, a partire dai suoi giocatori principali come Daum.

 

10) Openjobmetis Varese (1-2)

Una gara di cuore, voglia e talento quella persa contro Milano. Il talento è tutto quello di Ale Gentile, che segna canestri difficilissimi e serve palle brillanti ai compagni. Il derby ha mostrato tutte le potenzialità di questa squadra, che con un Trey Kell in più e questo sistema con gerarchie ben definite può dare fastidio a tutti.

 

11) Dolomiti Energia Trentino (1-2)

Arrivata la prima vittoria in campionato per Trento, grazie soprattutto al talento (ormai non più una novità) di Reynolds e ai muscoli di Caroline, che in questa partita era mancato tantissimo agli uomini di Molin. Segnali incoraggianti da Williams e Flaccadori, ora bisogna trovare un po’ di continuità.

 

12) Vanoli Basket Cremona (1-2)

Seconda sconfitta in campionato per la Vanoli, a cui però mancava un Poeta che sarebbe servito molto contro Trento visto le difficoltà di Spagnolo. Jalen Harris ha iniziato ad ingranare e far vedere tutto il suo talento, anche se deve migliorare nella gestione della palla. Il tempo c’è e questa squadra può sicuramente crescere.

 

13) Germani Brescia (0-3)

Ancora un’altra sconfitta per la Germani. Probabilmente è ancora presto per iniziare a preoccuparsi, ma il problema maggiore di questa squadra, nonostante il talento sia lì da vedere, è la panchina: 12 soli punti e un apporto ancora una volta per nulla incisivo. Sicuramente si tratta di far entrare bene tutti nei meccanismi di Magro, e la prossima partita contro Napoli deve essere un’occasione da sfruttare.

 

 

14) Fortitudo Kigili Bologna (1-2)

Prima vittoria anche per la F, grazie a un Gudmundsson 9 punti, 11 assit e 6 palle rubate. Una prestazione che rassicura un po’ i tifosi per la posizione di play (vista la scomparsa di Fantinelli), così come quelle di Benzing e Richardson. L’unico appunto sono forse i pochi minuti concessi a Procida anche in questa gara, speriamo mano a mano gli venga concesso dello spazio maggiore.

 

15) Gevi Napoli Basket (1-2)

Prima gioia in campionato anche per gli uomini di Sacripanti, ma essenziali sono soprattutto i miglioramenti della condizione di Jason Rich di partita in partita, così come quelli di Frank Elegar, tornato re del pitturato contro Treviso. Molto buona anche la prova di Velicka, che sta lentamente prendendo il comando delle operazioni.

 

16) Carpegna Prosciutto Pesaro (1-2)

Brutta sconfitta quella rimediata contro la Fortitudo, soprattutto perché a primo acchito sembrava una sfida abbordabile. Moretti ha sfoggiato finalmente il proprio gioco e Jones continua ad essere un problema per gli avversari, ma dall’altro lato Demetrio è un fantasma in campo, Sanford segna solo 3 punti e l’innesto di Larson, per il momento, non ha portato molti benefici.