Legabasket: quintetti top & flop (6^ giornata)

132
top

Anche la 6^ giornata del campionato LBA è agli archivi, andiamo a vedere quali sono stati i quintetti migliori e peggiori, i nostri Top e Flop, con un italiano che spicca su tutti.

TOP

Stefan Markovic (Virtus BO): Prima dell’infortunio al gomito a metà del 3° quarto finalmente si era rivisto il vero Stefan Markovic, incisivo in attacco (14 punti), reattivo in difesa (2 recuperi) e complessivamente un giocatore sul pezzo tant’è che la valutazione più lata delle Vu-NBere è stata la sua (21).
Reyer Venezia – Virtus Bologna, le pagelle

Luca Campogrande (Virtus RM): Nel momento più critico per la società capitolina la guardia italiana gioca una partita tutto cuore da 19 punti con 5/7 da 3 con tanto di tripla decisiva per espugnare Brescia. Del futuro di Roma non si sa nulla ma Campogrande ha dimostrato di esserci
Pall.Brescia – Virtus Roma, le pagelle

Shavon Shields (Olimpia MI): No Delaney, No Punter, No Micov, No Moraschini ed una Trento combattiva per 3 quarti, serviva la scintilla offensiva a Milano e l’ex di giornata ha accetto la responsabilità senza deludere, 20 punti di cui 15 nel secondo tempo. Una sicurezza
Olimpia Milano – Aquila Trento, le pagelle

Elmantas Bendzius (Dinamo SS): Sassari passeggia su Varese malgrado qualche assenza ma basta il lituano per fare la differenza, 23 punti (14 nel primo tempo), 5/7 da 3 con Varese che aiuta la causa.
Dinamo Sassari – Pall.Varese, le pagelle

Tyler Cain (VL Pesaero): Mister duttilità si conferma ancora una volta, chiude a referto con 12 punti e 19 rimbalzi mettendoci sempre lo zampino nelle giocate decisive su ambedue i lati del campo. Coach Repesa lo deve spremere perché non ha un cambio ma l’ex Brescia e Varese è sempre a disposizione.
VL Pesaro – Vanoli Cremona, le pagelle

FLOP

Kenny Cherry (Pall.Brescia): Brescia è in difficoltà e questa difficoltà la si può vedere nel play USA, parte bene contro Roma ma poi sparisce totalmente dalla partita e se Luca Vitali non riesce a sopperire coach Esposito si trova senza regista e punti a referto.

Toney Douglas (Pall.Varese): Le critiche pubbliche a fine partita del GM Conti riassumono perfettamente la situazione di Varese dell’ex NBA che gioca senza grinta e per gli affari suoi

Austin Daye (Reyer Venezia): Senza Watt ci si aspettava una partita più consistente dell’ex Spurs, per lui solo 2 punti in 19 minuti

Marcus Lee (Vanoli Cremona): In difesa su Cain gioca anche alla pari ma commette troppe ingenuità che si trasformano in falli costringendolo a lasciare la partita anzitempo. Un giocatore della sua importanza deve imparare a controllarsi.

Mattia Palumbo (Fortitudo BO): Aveva l’occasione di mettersi in mostra e sfruttare i minuti concessi, non gli riesce chiudendo con 0 punti in 19 minuti con 2 rimbalzi e 3 perse

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA Admin e fondatore di Basketball-Evolution, collaboratore per Backdoor Podcast per le vicende della Pallacanestro Varese e non solo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

*

code