Legabasket: Sassari espugna il Taliercio, è 1-1

Sarà una lunghissima serie” aveva detto Walter De Raffaele nel post gara 1  e in effetti si andrà quantomeno a gara 5: la Dinamo Sassari riequilibra la serie vincendo meritatamente al Taliercio 80-66 . Le grandi prestazioni di Cooley, Mc Gee e Smith condannano la Reyer Venezia. Tra due giorni gara 3 a Sassari.

1° tempo:

Grande equilibrio nel primo quarto con le squadre che ribattono colpo su colpo. La Dinamo Sassari parte leggermente meglio grazie ai canestri di Thomas che sigla 6 punti dopo appena 4 minuti. I padroni di casa sono parecchio fallosi in fase difensiva e lo testimoniano i due falli a testa di Mazzola e Stone, sostituiti già a metà quarto da Walter De Raffaele. L’ingresso di Austin Daye dà la scossa agli orogranata: l’ala statunitense sigla un parziale di 6-0 che ribalta il punteggio in favore della Reyer (13-12). Una tripla dell’indemoniato ex Tyrus McGee e un appoggio a canestro di Gentile sulla sirena consentono agli ospiti di chiudere avanti di 4 (21-17).

I primi 3′ del secondo quarto portano la firma di Gasper Vidmar. Il lungo reyerino domina sotto canestro. Subisce falli a ripetizione e si fa valere anche a rimbalzo, fondamentale nel quale la Reyer – in generale – soffre parecchio. La partita viaggia sui binari equilibrati del primo quarto fino alla tripla di McGee che a 2.47” dall’intervallo sigla il + 8 Sassari (35-27). Venezia sembra spegnersi, litiga con il canestro e anche in fase difensiva non è irreprensibile. Ne approfittano naturalmente gli uomini di Pozzecco che grazie ad un parziale di 11-3 negli ultimi 5′ chiudono avanti di 11 (41-30).

2° tempo:

Jack Cooley si conferma il pericolo pubblico numero 1 per gli uomini di De Raffaele anche ad inizio terzo quarto: il lungo americano costringe i veneziani a ricorrere sistematicamente al fallo. Watt viene punito con il 4° fallo della serata quando mancano ancora 15′ al termine della partita. Solo due triple di Giuri e Austin Daye consentono alla Reyer di restare in partita. A metà terzo quarto Sassari è avanti di 10 (54-44). Watt commette un’altra infrazione ed esce dal match ma nel giro di un minuto una tripla di Giuri e i canestri di Daye e Tonut portano Venezia anche a – 7. Un antisportivo fischiato a Daye – tra le proteste vibranti del pubblico di casa – e il lavoro efficace sotto canestro di Thomas portano Sassari ad allungare fino al + 14 con il quale si chiude il terzo quarto (66-52).

Partita finita? Neanche per idea. Gli orogranata ci provano fino alla fine e alzano i giri della difesa. Davanti tuttavia continua a tirare con scarse percentuali non riuscendo ad accorciare più di tanto: a metà ultimo quarto – complice una Dinamo in bianco per 4 minuti – sono sempre 10 i punti da recuperare. Non è serata per i veneziani dal pitturato, lo è invece per Mc Gee e Smith che danno l’allungo decisivo agli ospiti (76-61 a 2.40” dal termine). La partita scivola lentamente in direzione Sassari: gli uomini di Pozzecco vincono gara 2 80-66.