Legabasket: senza storia al Forum dove l’Olimpia surclassa Verona, le pagelle

390

L’Olimpia Milano ritrova la vittoria 78-54 contro la Tezenis Verona.

Partita che si chiude sostanzialmente nel primo quarto dove i padroni di casa scappano con i punti di Thomas e Melli, mentre Pangos litiga pesantemente col ferro.
Verona non riesce a trovare contromisure, nonostante qualche fiammata di Imbrò e diventa un lunghissimo garbage time dove Messina amplia le rotazioni e regalando spazio anche ad Alviti e Ricci.

OLIMPIA MILANO

Davies 6,5: regala profondità e in post smazza anche buone palle per i compagni. In crescita.

Thomas 6,5: finalmente più convinto nel suo gioco ma continua a sparare a salve dalla distanza.

Pangos 5: difficoltà fisiche evidente e il tiro non ne vuole proprio sapere di entrare. Le scusanti ci sono ma a Milano serve di più da lui

Tonut 5: troppo indeciso offensivamente e Messina glielo fa notare.

Melli 7: solito leader difensivo che anche davanti colpisce nei momenti giusti.

Baron 6,5: bene al tiro ma soprattutto bene in fase di costruzione dove aiuta con i suoi assist

Ricci 7: si fa trovare pronto e Messina lo premia con ampio spazio in campo. Bravo a lottare su ogni pallone.

Biligha 5,5: minuti senza infamia e senza lode

Hall 6: litiga un po’ al tiro ma in fase di regia porta un buon apporto.

Alviti 6: finalmente ha spazio anche se fatica a trovare continuità. La tripla sa di liberazione.

Datome 6: segna per raggiungere i tremila punti in LBA poi si siede. Non sembra al 100%

Hines 6: esordio in campionato dove principalmente osserva e guida da leader in campo

TEZENIS VERONA

Cappelletti 5: non incide mai in campo e lo 0/3 da fuori pesa.

Holman 5: dal campo proprio non ne vuole sapere di segnare e questo incide inevitabilmente sulla sua serata

Johnson 6: grosso aiuto sotto i tabelloni ma anche lui offensivamente non trova spazio

Anderson 5,5: una tripla e poco altro.

Smith 5,5: tanto aiuto a rimbalzo ma subisce inevitabilmente la fisicità biancorossa

Ferrari SV

Casarin 5: lottare lotta ma troppe palle perse e da fuori non trova il bersaglio. Bene i 4 assist.

Imbrò 6: nelle fiammate veronesi c’è sempre lui con il suo tiro, tuttavia durano troppo poco per pesare nella sfida

Candussi 5,5: con lui in campo Verona trova i momenti migliori ma è davvero troppo poco.

Rosselli 5: veterano assoluto ma fisicamente sembra molto lontano da questi livelli

Udom 5,5: da vicino sbaglia spesso ma trova la conclusione da lontano e sfrutta bene i liberi