Legabasket Serie A: le pagelle di Treviso Basket-VL Pesaro.

202
Roma Treviso

Treviso vince 85-75 al Palaverde contro Pesaro una partita che potrebbe risultare fondamentale in ottica salvezza. Dopo un primo quarto dominato dagli ospiti a livello di intensità su entrambe le metà del campo, TVB ha vinto tutti e tre i restanti periodi, pur senza dare la spallata decisiva all’incontro. La De’ Longhi sale a quota 6 punti in classifica mentre la Carpegna Prosciutto Basket rimane fanalino di coda del campionato con ancora zero vittorie.

DE’ LONGHI TREVISO BASKET:

Amedeo Tessitori 7.5: Un inizio complicato per il centro, con due stoppate subite in pochi secondi a inizio partita e un Chapman in stato di grazia. Tuttavia non perde la lucidità e finisce per essere il top scorer dei suoi.

David Logan 6: Tanto ordine ma poca sostanza, chiude con +12 di plus-minus ma anche con un 4/12 al tiro con 0/7 dall’arco. Da lui ci si aspetta qualcosa in più.

Davide Alviti 6: Un 6 di fiducia per Alviti, rientrato dopo un lungo stop tra gli applausi del Palaverde.

Aleksej Nikolic 7: Tiene in piedi Treviso nella prima metà di gara, unico ad andare in doppia cifra dei suoi. Nel secondo tempo si limita più a gestire il gioco.

Jordan Parks 6.5: Gravato dai falli già nel primo quarto, rimane in campo solo 16 minuti in cui si rende utile sia in attacco che in difesa.

Matteo Chillo 6: Tanto lavoro per il bolognese, svolto bene come sempre.

Lorenzo Uglietti 5.5: Serata storta per Uglio con la palla in mano, le sue 5 perse avrebbero potuto costare caro. Tuttavia Treviso non può privarsi della sua difesa e della sua efficienza.

Isaac Fotu 7.5: 24 di valutazione per il neozelandese, un fattore in attacco, difesa e a rimbalzo, con tanto di 6 falli subiti.

Charles Cooke III 6.5: Primo tempo negativo per lui così come per quasi tutti i compagni, segna tutti i suoi 10 punti nella ripresa, contribuendo alla vittoria di TVB.

VICTORIA LIBERTAS PESARO:

Jaylen Barford 7.5: 38 minuti in campo, 20 punti e 5 assist. Le prova tutte, a volte forzando, ma è quello che viene chiesto a un giocatore col suo talento.

Henri Drell 6: Tanto lavoro sporco, esce per 5 falli.

Federico Mussini 5.5: Prova a dare la scossa dalla panchina, non trova però la via del canestro per girare il match a favore dei suoi.

Vasa Pusica 5.5: Poco appariscente, non offre il contributo necessario per permettere a Pesaro di trovare i primi due punti della stagione.

Paul Eboua 6: 10 minuti, qualche flash del suo talento intravisto già a Roseto nella scorsa stagione.

Clint Chapman 8.5: In una parola, immarcabile. Chiude la serata con 30 punti, 12/15 al tiro e 4/6 dall’arco. Escluso Barford, predica in mezzo al deserto.

Zach Thomas 5.5: I 9 rimbalzi gli valgono mezzo voto in più, perchè con un po’ di precisione in più dal campo forse Pesaro avrebbe ottenuto i primi due punti in classifica.