Legabasket: Treviso, il bilancio della stagione prima del rush finale

0
20

Dopo ventuno giornate il bilancio della stagione di Treviso Basket può essere considerato relativamente positivo. TVB attualmente occupa la 13° posizione in classifica a +4 sull’Allianz Trieste, con il vantaggio dello scontro diretto da giocare al Palaverde il 29/03 in quella che sarà una partita decisiva per stabilire la sorte della compagine di Max Menetti.

Tuttavia la De’ Longhi può recriminare per la scellerata gestione di alcune trasferte disputate sinora, Fortitudo Bologna e la stessa Trieste su tutte. I biancocelesti infatti spesso hanno comandato le partite giocate lontano dal Palaverde per più di tre quarti, salvo poi cedere nei momenti decisivi del match. Nonostante le evidenti difficolta nei match disputati fuori casa, Treviso ha comunque ottenuto due vittorie fondamentali a Pistoia e Roma, contro altre due dirette concorrenti per la salvezza.

Alessia Doniselli

Fotu e Nikolic i più costanti, Cooke la delusione

Confermato in toto il blocco degli italiani, anima della cavalcata verso la Serie A della passata stagione, Treviso ha scelto di puntare sull’esperienza di Nikolic e Fotu, aggiungendo la freschezza di Parks e Cooke III. Se i primi due sopracitati hanno avuto prontamente un impatto positivo, Cooke ha invece faticato a ritagliarsi un ruolo degno di nota, salvo poi essere tagliato a scapito di Ivan Almeida. Diverso invece il discorso per Jordan Parks, reduce da una stagione strepitosa in A2 con Capo D’Orlando. Il lungo americano infatti, dopo un periodo di ambientamento caratterizzato da prestazioni altalenanti, si è rivelato un giocatore imprescindibile per TVB. L’arrivo di Almeida invece sembra offrire più frecce all’arco della De’ Longhi, togliendo parte delle attenzioni riservate dagli avversari a David Logan, stella di questa squadra.
Molte delle ambizioni di Treviso passeranno anche per le mani di Amedeo Tessitori che, reduce dall’esperienza ai mondiali con la maglia azzurra, ha parzialmente deluso nella prima parte di campionato.

Alessia Doniselli

Aspettative e ambizioni al giro di boa

Il riposo “forzato” dovuto alla Coppa Italia e alla pausa per le nazionali può essere considerato un toccasana per una squadra finora falcidiata dagli infortuni, un’opportunità per i giocatori di conoscersi in modo ulteriore e accumulare energie in vista dell’ultima fase del campionato. I tifosi sognano, la società rimane con i piedi per terra: l’obiettivo razionale è allontanarsi il più possibile dalla zona retrocessione approfittando del fattore Palaverde contro Trieste e Roma, poi si vedrà se il futuro riserverà sorprese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui