Legabasket: Treviso infila la terza battendo la Reyer al Palaverde, le pagelle

240
Treviso

Treviso conquista la terza vittoria consecutiva sconfiggendo la Reyer Venezia per 100-93 nel derby di andata. Sugli scudi ancora una volta la premiata ditta Iroegbu-Banks, che con 55 punti in coppia hanno scalfito la resistenza degli orogranata, sempre in scia ma incapaci di affondare il colpo decisivo. Sorokas e Cooke (12+11) gli altri elementi della Nutribullet in doppia cifra; ben 5 invece in casa Reyer, con diversi protagonisti a provare a tenere in partita la squadra di De Raffele, tra cui gli ex Tessitori e Parks, oltre ai 24 punti di Spissu, autore di 14 punti e 4 triple nel solo primo periodo. A decidere il match nel finale però sono i rimbalzi di Cooke e la bomba di Zanelli che a meno di un minuto dal termine ha firmato il 95-88 in favore della Nutribullet, spianando la strada verso una vittoria vitale per le speranze di salvezza di Treviso.

Nutribullet Treviso Basket

Banks 9: 61 punti tra Tortona e Venezia, Agent 0 is back. Triple, penetrazioni, arresto e tiro ma soprattutto la leadership di cui Treviso necessitava per portare a casa punti fondamentali.

Iroegbu 8.5: quando non c’è Banks ci pensa Ike, protagonista nel primo quarto tra bombe ed alley oop per Cooke. L’energia è la stessa dal primo giorno, evidentemente bastava solo convogliarla nel miglior modo possibile.

Sarto 7: due bombe importanti nell’economia della partita e una più che discreta difesa su Granger. 22 minuti di qualità.

Zanelli 7.5: mezzo punto in più per la bomba che (forse) chiude definitivamente la partita, porta la consueta grinta abbinata ad alcuni tiri pesanti.

Jurkatamm 6: Entro, spacco, esco, ciao“. 2 punti, 2 rimbalzi e 2 falli in 5 minuti che non gli permettono di rimanere in campo di più.

Sorokas 7.5: ancora una volta si dimostra Mister Utilità, con tante piccole cose che fanno la differenza nell’arco dei 40 minuti, tanto in attacco quanto a rimbalzo e in difesa.

Faggian 6: la consueta personalità, anche nei pochi minuti a disposizione.

Cooke 7.5: non male per essere un centro “limitato”, per la terza volta nelle ultime 4 partite chiude in doppia doppia.

Scandiuzzi 6.5: fa quello che può in marcatura su Watt con i mezzi a disposizione.

Jantunen 6.5: dopo un periodo più che difficile, proseguono i segnali di risveglio del giovane finlandese.

Umana Reyer Venezia

Spissu 7: media tra un primo tempo eccezionale e un secondo sotto tono. Chiude il primo quarto con 14 punti, arriva all’intervallo con 19, si raffredda nella seconda metà del match.

Tessitori 6.5: una fiammata da 9 punti consecutivi nel secondo quarto in cui tiene attaccata la Reyer. Al rientro dagli spogliatoi perde di efficacia anche lui.

Parks 6.5: discorso opposto per uno degli altri ex di giornata, che spara a salve nel primo tempo salvo trovare continuità a cavallo tra terzo e quarto periodo. Tra gli ultimi a mollare.

Freeman 4.5: tra l’invisibile e il deleterio, sia al tiro che nei tentativi di contenere il diretto avversario.

Moraschini 6: fallisce nel compito di contenere Banks ed Iroegbu, qualche lampo offensivo.

De Nicolao 6.5: segna tre canestri, tutti pesanti, oltre a portare ordine in regia nei 15 minuti a disposizione.

Granger 5: 6 assist ma poco altro, tra cui alcuni tiri importanti sbagliati.

Willis 5: una schiacciata da rimbalzo offensivo nel traffico prima di tornare nel nulla che ne ha caratterizzato la partita. Semplicemente non la sua serata.

Watt 7: tutt’altre doti in post rispetto a Cooke, ma anche difficoltà nel gestirne la fisicità. Approfitta al meglio dei minuti contro Scandiuzzi.