Legabasket: Trieste si arrende a Tortona, le pagelle

202

Terza partita casalinga per Trieste, che combatte e gioca dando tutto, ma è Tortona che esce dall’Allianz Dome con la vittoria: finisce 60-88. La squadra di casa lotta per tre quarti poi si arrende: la classifica langue e ora è 0-4, quindi urge un’inversione di tendenza per rincorrere la salvezza, unico obiettivo della squadra. Tortona invece si conferma squadra di qualità, in testa alla classifica e aspetta ora le risposte di Milano e Bologna, in campo domani. 

Pallacanestro Trieste

Davis 6: ottimo inizio di partita, nel quale riesce a dare il giusto ritmo all’attacco di Trieste. Nel secondo tempo ci riprova anche difendendo a tutto campo, ma alla fine Tortona ne ha di più. Chiude con un solo assist.

Spencer 6: si sbatte, raccoglie 11 rimbalzi, ma non può essere un fattore in attacco, dove di più non può dare per caratteristiche tecniche. 

Gaines 5: come settimana scorsa, ci si aspetta di più: deludente. Zero su otto dal campo e 4 palle perse.

De Angeli 5: troppi falli e troppi minuti in campo da 4, ma non si può fare altro, a causa dell’infortunio di Lever.

Campogrande 5: anche lui impreciso da tre (due su sette), con anche alcuni tiri aperti.

Bartley 6.5: ventuno punti, trascina i suoi, ma anche troppi errori al tiro da tre. Addirittura anche i crampi, a testimoniare una condizione non eccelsa, ma tanto impegno.

Pacher 5.5: finché c’è il fiato, riesce a reggere le sportellate dei lunghi avversari, poi si spegne la luce quando la stanchezza si fa sentire.

Bossi 5.5: guida la squadra nella rimonta del terzo quarto, ma è l’unico lampo in una serata molto difficile.

Vildera 5.5: non riesce ad essere un fattore contro i lunghi di Tortona.

Rolli n.e.

 

Bertram Derthona Basket Tortona

Filloy 7-: il ritorno dell’ex è impietoso. Quando Trieste rientra nel terzo quarto, è lui a orchestrare l’allungo decisivo.

Christon 6: molto impreciso al tiro, gestisce l’attacco senza brillare, ma con 5 assist.

Harper 5.5: non una grande serata, male al tiro.

Daum 7: Dauminator è tornato, queste sono le partite nella quali fa la differenza.

Cain 6.5: lotta, difesa e rimbalzi.

Radosevic 7: a questi livelli è dominante nel pitturato, da entrambe le parti del campo. Mette anche due triple.

Macura 6-: senza strafare, si appoggia ai compagni per prendere ritmo; solo 4 punti.

Candi 7.5: il suo momento all’inizio dell’ultimo quarto decreta l’allungo decisivo, maltrattando Bossi. Chiude con 12 punti, 6 rimbalzi, 4 assist, 4 recuperi, 5 falli subiti e 27 di valutazione.

Tavernelli 6.5: porta anche lui il suo mattone in una vittoria con poca storia.

Severini 7: canestri importanti nel momento del bisogno: chiude con 10 punti e 5 rimbalzi.

Mortellaro e Filoni s.v.