Legabasket: un Pecchia formato MVP affonda Sassari, le pagelle

88
Cremona vs Sassari

Dopo una lunga pausa forzata e sei sconfitte consecutive la Vanoli Cremona torna al successo e lo fa con una grande prova d’energia contro Sassari. Sardi che sembrano ancora alla ricerca della propria identità nonostante i correttivi in corsa e l’arrivo di Piero Bucchi. Nella lunchmatch ci sono due statistiche che balzano all’occhio: il terzo quarto (26-18) ed il dominio a rimbalzo per i padroni di casa (44-31). Per Cremona super prova di Pecchia che è inarrestabile per la difesa sassarese. Al PalaRadi termina 89-80.

VANOLI CREMONA

Agbamu n.e

Dime 7: miglior prova da quando è a Cremona. In difesa si fa sentire con 5 rimbalzi e 4 stoppate, vincendo il duello con Mekowulu; in attacco inizia ad intravedersi la connection con Poeta. Unica nota negativa le tre palle perse, ma Cremona può dire di aver trovato un riferimento sotto canestro.

Harris 6.5: l’inizio non è dei migliori viste le continue forzature (1/6 dall’arco) e i conseguenti errori. In difesa deve tenere Logan e non è facile. Tuttavia nel secondo tempo sulla scia della squadra fa delle cose positive e chiude con 13 punti.

Sanogo 6: voto politico per la solita intensità messa in campo. In 11 minuti non segna e non tira mai, ma cattura 4 rimbalzi che non fanno mai male.

Mcneace 6: la pausa gli ha permesso di riposarsi visti i problemi fisici avuti fin da inizio stagione. Segna 3 punti e cattura 4 rimbalzi. Ora con Dime sotto canestro dovrà guadagnarsi minuti.

Gallo s.v

Pecchia 9: partita ai limiti della perfezione per l’ex Cantù. 28 punti (nuovo career high) con percentuali irreali (8/9;2/3;6/7). A questo aggiunge 9 rimbalzi, distribuisce 5 assist, recupera 3 palloni per un esorbitante 48 di valutazione. In tutto questo rimane il giocatore che dà energia e la scossa alla squadra.

Poeta 7: quanto era mancato il capitano alla propria squadra. Segna 11 punti, regala 7 assist ai compagni ma soprattutto porta esperienza nei momenti decisivi della partita. Può essere il valore aggiunto per Cremona dopo un girone d’andata più ai box che in campo.

Spagnolo 7: il gioiellino del Real Madrid tornava dopo un lungo infortunio. Risponde subito presente con una prova quasi perfetta al tiro (5/6;2/2 per 12 punti). Dà una mano a rimbalzo (7) e fa alcune giocate che sicuramente non saranno passate inosservate.

Zacchigna n.e

Tinkle 7: litiga un po’ con il tiro dall’arco (0/2), però come per Pecchia, gioca una grande prova d’intensità (4 recuperi), con le sue letture distribuisce 3 assist e come spesso accade è killer silenzioso (11 punti).

Cournooh 6: prima prova sottotono per David che in 17 minuti segna solo 4 punti. Tuttavia è la solita presenza difensiva (limita per bene Logan). Si rifarà sicuramente al più presto.

 

BANCO DI SARDEGNA SASSARI

Logan 5.5: ad inizio terzo quarto 2 sue triple sembrano incidere l’incontro, peccato che si fermi lì. Brutta prova per “il professore” che chiude con 11 punti (3/11 dal campo) ed esce per falli.

Robinson 6.5: litiga un po’ con il tiro da due punti(2/6) ma rimane uno dei più positivi per coach Bucchi. Chiude con 11 punti,3 rimbalzi e 4 assist.

Kruslin 5: in 19 minuti segna solo 2 punti, sbagliando entrambe le due triple tentate. Un po’ poco per un realizzatore come lui.

Gandini n.e

Devecchi 6.5: immortale Jack che vista la serata negativa dei suoi compagni di reparto, viene buttato nella mischia. 6 punti e 2 rimbalzi per il capitano sassarese

Treier 6.5: secondo miglior realizzatore della squadra con 14 punti e raccoglie 4 rimbalzi. Il suo lo ha fatto.

Chessa n.e

Burnell 4: insieme a Mekowulu fa più danni della grandine. 17 minuti d’impiego con 4 palloni persi, 2 soli punti e -3 di valutazione.

Bendzius 6.5: uno dei pochi a crederci. Percentuali un po’ scarse dal campo (1/5;2/5) ma segna tutti i 7 tiri liberi tentati e cattura 5 rimbalzi.

Mekowulu 4: 9 minuti in campo per quello che dovrebbe essere il centro titolare. In quel poco che gioca segna 3 punti con percentuali da brivido (1/8;0/1). E dire che il problema era in panchina…

Gentile 7: il migliore dei suoi, sia per il tabellino che per costanza di rendimento. Chiude con 15 punti, raccoglie 3 rimbalzi e smista 4 assist. Peccato per quelle 4 perse.

Diop 4.5: doveva sopperire alla prova negativa di Mekowulu ma anch’egli non lascia il segno. 1 punto in 18 minuti.