Legabasket: una Dinamo in controllo vince contro Trento, le pagelle

269

Sfida che sa di pranzo domenicale tra Banco di Sardegna Sassari e Dolomiti Energia Trento. I padroni di casa vogliono riprendersi dopo la brutta sconfitta contro Treviso aiutati dal proprio pubblico, mentre l’Aquila cerca conferme. Molin recupera Mattia Udom e c’è una sorpresa in quintetto per Bucchi, che fa partire titolare Diop al posto di Onuaku.

Nel primo quarto le scelte iniziali di Bucchi pagano: Diop è un fattore in difesa ma anche in attacco, Gentile fa la guardia a Flaccadori e Jones si mette in ritmo segnando tre canestri consecutivi. Il Banco di Sardegna scappa addirittura sul +16, ma l’ingresso delle panchine in campo premia gli ospiti, che si rifanno sotto grazie ai canestri di Udom, Crawford e Atkins. I dieci minuti iniziali si concludono così sul 24-17.

Alla ripresa del gioco, due palle perse di Sassari e due canestro consecutivi dell’Aquila spaventano i padroni di casa. A riallungare le distanze tra le squadre è un Jamal Jones in stato grazia insieme ad Onuaku sul finire del quarto. L’Aquila fa difficoltà a contrastare il gioco spalle a canestro degli avversari, ma la vera differenza la fanno le percentuali da due: 14/17 per la Dinamo contro il 9/21 di Trento. Al riposo di fine primo tempo è 45-34 per i padroni di casa.

Nel terzo quarto, la Dinamo sembra accusare un po’ di stanchezza e alcuni errori e palle perse banali riavvicinano Trento, guidata da un’ottima prestazione di Darion Atkins. Nonostante questo, Sassari rimane saldamente in controllo della gara a +6 grazie alle ottime percentuali dal campo. Gli ultimi dieci minuti sono caratterizzati da brutti attacchi da parte di entrambe le squadre e Trento si avvicina fino al -2. Ci pensano però Gentile e Diop a rimettere le cose a posto per la Dinamo, che torna sul +7 a 2 minuti dal termine. L’Aquila, che più volte durante la gara ha sprecato l’occasione di ribaltare il risultato, cede la spugna nel finale. Il risultato dice 81-76 per Sassari.

 

Banco di Sardegna Sassari

Jones 7: praticamente infermabile nel corso di tutta la gara, nell’ultimo quarto è più silente anche per i 4 falli commessi.

Robinson 5.5: ben lontano da uno stato di forma ottimale, e si vede da alcuni errori troppo banali per lui.

Kruslin 6: male al tiro, ma è sempre una minaccia per gli avversari e attacca bene i closout.

Gandini ne

Devecchi sv

Chessa ne

Bendzius 6.5: prende tutti i tiri che deve prendere e li segna, buona prestazione senza strafare.

Gentile 7+: la partenza in quintetto sembra galvanizzarlo in attacco e in difesa, nell’ultimo quarto è decisivo.

Raspino ne

Diop 7.5: stesso discorso di Gentile. Deve migliorare nelle letture e perde qualche pallone di troppo, ma i suoi punti negli ultimi minuti sono di vitale importanza.

Onuaku 6.5: a sorpresa in uscita dalla panchina, a tratti sembra voler fare troppo per dimostrare quanto vale e si fa prendere dalla fretta. Decisamente meglio quando in controllo.

Nikolic 6.5: mette ordine in attacco, pur mettendo a segno solamente due triple.

 

Dolomiti Energia Trento

Conti 5: prestazione in calo rispetto alle uscite precedenti, incide poco.

Spagnolo 5+: gestisce bene la squadra e produce 7 assist, ma dal punto di vista realizzativo fa molta confusione.

Forray 5: ogni tanto prova a dare qualche segnale difensivo dei suoi, ma non va oltre questo.

Flaccadori 5.5: si sveglia troppo tardi dopo una gara in cui ha faticato a trovare le sue soluzioni.

Udom 6: rientra dall’infortunio e si rende subito utile come sa fare, a rimbalzo e al tiro.

Dell’Anna ne

Crawford 6: 6/9 complessivo al tiro in una gara in cui assume la veste di puro scorer.

Grazulis 4.5: il buzzer beater di settimana scorsa aveva un po’ abbagliato sulle sue prestazioni, che in queste settimane iniziali non sono delle migliori. Lo conferma anche oggi.

Atkins 6.5: indubbiamente il migliore dei suoi. Non una partita perfetta, tutt’altro, ma l’intensità e la sua presenza sono encomiabili.

Lockett 5: un po’ troppo assente nei minuti in cui è in campo, serve qualcosa in più da lui su entrambi i lati.