Legabasket: una grande Reggio Emilia mette al tappeto l’Olimpia Milano, le pagelle

324

Trionfo speciale per la Pallacanestro Reggiana che vince 73-68 contro l’Olimpia Milano.
Iniziano bene i padroni di casa con il solito Cinciarini in gestione, mentre Milano inizia subito a litigare con il ferro.
Le giocate di Senglin aprono bene il campo e gli uomini di Messina finiscono in difficoltà con Luwawu Cabarrot e Mitrou-Long nella loro peggiore versione possibile
Solo Brandon Davies riesce a trascinare l’Olimpia fino alla rimonta finale ma la freddezza di Reggio Emilia tiene dietro gli ospiti che cadono dopo l’ennesima prova deprimente. Esplode la festa a Reggio Emilia

UnaHotels Reggio Emilia

Anim 5,5: ci sono i punti ma le palle perse sono un po’ troppo pesanti.

Reuvers 6,5: con lui in campo la squadra viaggia bene e si fa trovare sempre pronto.

Cinciarini 8: solito grande capitan Cinciarini che segna punti pesanti e va in doppia cifra con gli assist.

Olisevicius 7: solido in ogni sua giocata, porta un contributo fondamentale.

Diouf 6,5: intensità sempre presente, nonostante qualche ingenuità difensiva alla fine porta un ottimo contributo.

Giberti n.e.

Hopkins 5,5: prova a fare la voce grossa sotto ma ci sono troppe ingenuità con i falli commessi.

Cipolla n.e.

Vitali 6: non entra in tiro da 3 punti ma condiziona sempre la difesa milanese.

Stefanini n.e.

Burjanadze 6,5: colpisce dall’arco e sono punti preziosi.

Senglin 7,5: decisivo con le sue giocate in isolamento, fa impazzire la difesa milanese.

 

Olimpia Milano

Davies 7: come al solito è il più continuo di Milano e l’unico che colpisce offensivamente con regolarità.

Mitrou-Long 3: ancora una volta estremamente negativo: se non riesce neanche a prendersi dei tiri in LBA il problema è enorme.

Melli 5,5: stanco, stanchissimo, segna ma è sempre in ritardo nelle giocate. Punito anche troppo dagli arbitri.

Hall 5: sempre più in difficoltà nel ruolo di play e tutto il suo gioco ne risente.

Datome 5: lontano dalla forma migliore, in difesa fa fatica contro chiunque.

Luwawu-Cabarrot 3: partita orripilante dove non trova mai il canestro e si infila costantemente in giocate senza senso.

Tonut 5: sono partite dove dovrebbe dare sfogo alle sue qualità offensive ma non trova mai la giocata in penetrazione.

Baron 5: lo 0/5 dall’arco definisce perfettamente la sua partita.

Ricci 5,5: Messina lo vede pochissimo oggi.

Biligha n.e.

Alviti n.e.

Hines 5,5: ci prova con le sue giocate d’esperienza ma fatica come tutta la squadra.