LegaBasket: il secondo quarto tradisce la Virtus, le pagelle

181

É amaro il debutto stagionale della Virtus Bologna alla Segafredo Arena, in una cornice comunque non esaltante. Scafati non deve di certo cercare punti salvezza in terra felsinea, ma sicuramente la prova è convincente e fa ben sperare il neoarrivato coach Caja. La Virtus decide essenzialmente di buttare la partita nel secondo quarto quando, complice una buona difesa scafatese, mette in campo un attacco poco ispirato. La squadra di Scariolo cerca spesso il post di Shengelia, pur non riuscendo mai a creare vantaggio. Scafati dal canto suo sfrutta ciò che la difesa virtussina gli concede e trova continuità dall’arco. Il parziale recita 20-0 quando due liberi di Kyle Weems mettono fine all’emorragia campana. Il vantaggio di 11 punti con cui la Givova Scafati va all’intervallo tuttavia risulterà incolmabile per i ragazzi di Scariolo. Finisce 77-84.

Virtus Segafredo Bologna

Mannion 5,5: trova continuità offensiva, e questo è un bene considerando quante difficoltà ha incontrato in maglia Virtus Bologna. Tuttavia sembra uno scoring abbastanza fine a se stesso.

Weems 5,5: inizia la partita con l’energia di uno che guiderà la sua squadra alla vittoria, poi si spegne. 11 punti e 4 rimbalzi per lui.

Jaiteh 4,5: sono su di lui le maggiori responsabilità sotto canestro contro una squadra comunque non irresistibile a livello di stazza. Risponde con una prestazione anonima da soli 4 rimbalzi, degna dell’EuroLega che sta giocando.

Belinelli 4: è ormai ripetitivo, ma un Belinelli del genere non porta nulla di buono alla Virtus.

Mickey 5,5: era probabilmente una partita da dominare per Jordan Mickey, soprattutto considerando le difficoltà dei suoi, risponde con 7 punti e 2 rimbalzi.

Lundberg 5: trova alcune buone penetrazioni nel terzo quarto dopo un primo tempo completamente fuori fuoco. 4 palle perse fanno male, soprattutto se gli assist sono 2.

Camara s.v.

Hackett 6: è l’unico giocatore veramente positivo tra i suoi. Mantiene alto in ritmo durante tutti i 30 minuti passati in campo e il suo apporto è, come sempre, molto più ampio di quanto le statistiche possano raccontare. 18 punti segnati a fine partita.

Bako 5: 4 rimbalzi, una palla persa e poco altro anche se le sue lunghe leve avrebbero fatto comodo.

Givova Scafati

Lamb 6,5: è ottimo a farsi trovare pronto in alternativa a Logan e Okoye. A fine partita saranno 13 punti e 3 assist.

Thompson 6: è una buona prestazione la sua contro i giganti virtussini. 8 punti e 10 rimbalzi per lui.

Pinkins 6: molto bene, 16 punti e 5 rimbalzi, anche se perde 4 palle.

Logan 7: è indubbiamente lui il mattatore della serata con 17 punti e il 62,5% dall’arco. Da segnalare soprattutto la pesantezza di alcune delle sue triple e il buon apporto in difesa, non scontato per un giocatore come lui.

Stone 6,5: spende indubbiamente molti falli, ma lo fa in modo intelligente cercando di non caricare i propri compagni di squadra meno navigati. Partita gestita benissimo dall’ex Reyer che in questa situazione dimostra quanto la sua esperienza possa far comodo a coach Caja.

Rossato s.v. 

Okoye 7,5: 18 punti, tanti dei quali trovati nei minuti più importanti nel secondo quarto. Fa anche un ottimo lavoro in difesa, dove spesso si trova in difesa contro Shengelia. Aggiunge 10 rimbalzi e 4 assist.

Imbrò 5: si nasconde un po’ in una partita che réclama altri protagonisti.