Legabasket: la Virtus soffre ma poi dilaga e batte la Reyer. Le pagelle

176
Virtus-Segafredo-Bologna

La Virtus soffre nei primi due quarti un super Tonut, poi recupera e dilaga nell’ultimo quarto. Decisiva una grande prova difensiva negli ultimi ’10 da parte degli uomini di Djordevic: Virtus Bologna batte Reyer Venezia 83-68.

UMANA REYER VENEZIA

Andrea De Nicolao 6: meriterebbe qualcosa in più se non fosse per le 5 palle perse. 

Austin Daye 5: non è al meglio e si vede. Per nulla efficace in fase offensiva, perde qualche pallone di troppo in maniera piuttosto superficiale. 

Michael Bramos 5: polveri bagnate per Iron Mike. 0/4 dall’arco e soli 3 punti a referto in 23 minuti. Giornata decisamente no. 

Valerio Mazzola 5,5: bene nei primi due quarti, poi viene travolto dallo strapotere Virtussino. 

Stefano Tonut 7,5:  i primi 30 minuti sono praticamente perfetti. Dal perimetro è una sentenza. Se la Reyer arriva a condurre anche di 12 punti, il merito è gran parte suo. Poi fisiologicamente anche le sue statistiche si “sporcano” e per Venezia è notte fonda. 24 punti e tanta sostanza. 

Isaac Fotu 6,5: gran bella lotta con Gamble. Il suo apporto è complessivamente positivo in entrambe le fasi. 

Jeremy Chappell 6: prestazione sufficiente ma ha abituato i suoi tifosi a ben altre performance. 

Julyan Stone 6: qualche assist illuminante. Nel finale è uno degli ultimi a mollare. 

Gasper Vidmar 6: pochi minuti in campo ma fa comunque sentire il suo peso sotto canestro. Limitato dai soliti problemi alla caviglia. 

Davide Casarin: s.v.

Bruno Cerella: s.v.

 

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA

Julian Gamble 6: gioca una partita nella partita con Fotu. Nel complesso resta poco in campo (11 minuti) ma i suoi sono minuti di qualità.

Kyle Weems 7.5: MVP del match. Bravo ad aspettare il momento in cui entrare in partita. Nei primi due quarti si vede poco, sale in cattedra a metà 3° quarto e guida i suoi alla vittoria finale. Dentro l’area è inarrestabile.

Giampaolo Ricci 6,5: entra in partita quando esce Markovic per infortunio. Mette insieme 6 rimbalzi decisivi per l’allungo finale della Virtus. 

Stefan Markovic 7: esce per infortunio a metà 3° quarto. Fino a quel momento era stato lui a tenere a galla i suoi con 14 punti in 18 minuti. 

Amedeo Tessitori 7: 12 punti solo nell’ultimo quarto. Insieme a Ricci contribuisce in maniera importante alla vittoria della Virtus. 

Milos Teodosic 6,5: ci ha abituato a prestazioni ben più scintillanti. Regala magie come al solito, questa volta però sono altri a prendersi la scena.

Awudu Abass 5,5: impalpabile in zona offensiva, se non altro cattura 3 rimbalzi difensivi.

Alessandro Pajola 6,5: bravissimo in difesa, mette tantissime energie e recupera 6 palloni importanti. 

Vincent Hunter 6: buon apporto difensivo. Le statistiche offensive non sono delle migliori, mette comunque dei tasselli importanti sulla vittoria della Virtus. 

Amar Alibegovic: s.v. 

Josh Adams: s.v.