EuroLega: la Virtus diverte e si diverte contro Valencia, le pagelle

245
Virtus

La Virtus Bologna ospita al PalaDozza Valencia, anch’essa neopromossa dalla EuroCup, pur avendo perso in semifinale proprio contro i felsinei. Per Scariolo out Jaiteh, mentre trova di nuovo spazio in EuroLega Nico Mannion. La partita risulta importantissima per la Virtus per tentare di risalire ancora la classifica dopo la vittoria nel derby italiano contro Milano.

La Virtus cerca tanto il tiro dalla lunga nel primo quarto, mentre è brava a limitare l’attacco avversario sotto canestro, anche se gli spagnoli sono superiori a rimbalzo. Dal post di Hackett si trova spesso Ojeleye nell’angolo opposto. Il movimento interno di Mickey mette in seria difficoltà la difesa avversaria, soprattutto dal midrange. Nel secondo quarto la Virtus continua con l’intensità difensiva e Valencia non sembra trovare soluzioni. Dopo un iniziale stop offensivo la Virtus ritrova continuità offensiva, mentre il Valencia sembra non essere mai sceso in campo. Nel finale di quarto gli ospiti provano a rientrare ma bastano due azioni sfavorevoli a calmare gli entusiasmi. Si va al riposo sul 42-25.

I problemi al tabellone costringono le squadre ad una pausa lunghissima prima di ricominciare il terzo quarto. La convivenza tra Jaiteh e Mickey mette in seria difficoltà il Valencia in difesa. La Virtus dal canto suo continua a difendere bene ed a togliere gioco agli avversari, con gli spagnoli che continuano a cercare il tiro dalla lunga, per quanto continui a non entrare. Il resto della partita è praticamente garbage time. Finisce 89-59.

Virtus Bologna

Pajola 6,5: Il lavoro difensivo è incredibile, segna anche una tripla.

Lundberg 7: sta prendendo sempre di più le redini di questa squadra. Quando decide di penetrare fa come vuole e in generale è molto in controllo della partita.

Mickey 7,5: è lui a guidare la Virtus su entrambi i lati del campo. Sembra gli riesca tutto. É sicuramente l’MVP della partita. 16 punti e 6 rimbalzi.

Weems 6: non è in piena forma e fa ciò che può.

Ojeleye 7,5: nel secondo quarto entra e dona nuova linfa ad un attacco che sembrava aver perso un po’ di continuità. Poi continua con la sua ottima partita sfruttando soprattutto la sua pericolosità dalla lunga. 14 punti per lui.

Mannion s.v.

Belinelli N.G.

Bako 7: molto bene in difesa e fondamentale a rimbalzo. Non mette su numeri impressionanti ma dentro il campo sembra un gigante.

Cordinier 7: si diverte tantissimo sui tiri che gli vengono regalati da Teodosic e Pajola. Con lo spettacolo che trova nella metà campo offensiva trova continuità anche in difesa. È uno showman in questa serata ed infatti il palazzetto. 15 punti e un video highlights completamente dedicato.

Hackett S.V.

Jaiteh 6: l’unico in difficoltà dei suoi. Viene fuori nel corso del terzo quarto e mette seriamente in difficoltà gli avversari.

Teodosic 6,5: vuole regalare spettacolo ai suoi tifosi e lo fa nel migliore dei modi. 5 rimbalzi e 6 assist.

Valencia Basket

Harper 4: pochi punti, palle perse e inconsistenza difensiva.

Claver 5: ha giocato male ed è comunque uno dei più positivi, questo dovrebbe dire tutto.

Puerto 6: un altro di quei giocatori che non gioca male ma che che mostra ancora di più quanto tutta la squadra abbia giocato male.

Prepelic 4: non è in serata e sbaglia tutto quando ancora i tiri contano qualcosa.

Pradilla 6: nel primo tempo è una delle poche note positive per la sua squadra. Rientra benissimo nel secondo tempo.

Webb III s.v.

Lopez-Arostegui 5: si fa mangiare in testa da Isaiah Cordinier e poco più, alla fine fa comunque vedere qualcosa di buono ma non è di certo salvabile.

Jones 6: è lui che prova a chiamare la carica, ma molto timidamente, per il Valencia. É l’unico che merita veramente la promozione in questa squadra.

Van Rossom 4: completamente impalpabile.

Radebaugh 4: leggere sopra.

Alexander 6: ci prova e sicuramente non ha un compito facile, tuttavia ne esce abbastanza bene.

Rivero 4: intangibile.