Legabasket, VL Pesaro: le parole di Paul Eboua e Vasa Pusica

191
Pagina Facebook Victoria Libertas Pesaro Basket

La stagione 2019/2020 è alle porte e due dei nuovi giocatori della Victoria Libertas Pesaro si raccontano ai nostri microfoni:

Pagina Facebook Victoria Libertas Basket Pesaro

PAUL EBOUA

– Come ti ha aiutato la tua scorsa stagione, la prima in A2, ad arrivare qui nel massimo campionato? Cosa ti ha insegnato? E possiamo considerarla il tuo vero trampolino di lancio?

Si, la stagione con Roseto l’anno scorso mi ha aiutato tanto a prendere fiducia, mi ha fatto capire cosa posso fare in campo e mi ha insegnato a giocare da semi professionista. È stata per me fondamentale per crescere come giocatore, quindi può essere considerata un trampolino.

– Invece per questa stagione quali sono i tuoi obiettivi, anche in ottica draft poiché sappiamo che avrai la possibilità di renderti eleggibile per il prossimo anno?

Il mio obiettivo è migliorare costantemente come giocatore al punto di essere scelto al draft 2020, ma anche riuscire a salvare la VL quest’anno. Spero di formare una famiglia con tutti i ragazzi degli spogliatoio permettendoci di vincere qualche partita più facilmente.

– Quali sono le “armi” a tua disposizione e le tue qualità? Cosa metterai in campo per vincere e in cosa, invece, vorresti migliorare?

Una delle mie qualità è la difesa, invece vorrei migliorare sul palleggio e un po’ di più tiro e vorrei imparare a concentrarmi al massimo in campo.

– Sei uno dei giovani più promettenti del nostro campionato, questa cosa ti motiva e ti dà la carica oppure ti mette addosso delle pressioni?

Sinceramente di queste cose non mi importa tanto e non mi mette pressione perché so quello che sono capace di fare e questo mi rende tranquillo.

 

Pagina Facebook Victoria Libertas Pesaro Basket

 

VASA PUSICA

-Benvenuto Vasa, perché hai scelto Pesaro?

Sono contento di essere in Italia, credo che il campionato italiano sia la lega giusta per crescere, abbiamo una squadra giovane con ragazzi anche più giovani di me quindi ci sarà da lavorare, ma penso che sia un’opportunità importante per me e l’occasione giusta per far vedere quello che valgo.

– Qui a Pesaro apprezziamo molto i giocatori serbi come te perché abbiamo avuto alcuni campioni che hanno giocato con la nostra maglia, sapevi di loro? Cosa puoi darci e prometterci tu?

Il paragone con i giocatori serbi che sono passati per Pesaro è forse un po’ troppo importante per il momento, dato che so che sono passati giocatori come Djordjevic e Kicanovic che sono tra i migliori giocatori della nostra storia; non posso promettere titoli però cercherò di dare il mio meglio.

– Qual è il tuo obiettivo e il tuo sogno?

Il sogno di ogni giocatore è l’NBA, però io desidero anche giocare in Eurolega quindi ho deciso di iniziare la mia carriera da professionista tornando in Europa e penso che l’Italia sia il posto giusto per questo.

– Il playmaker è il fulcro, la chiave di una squadra quindi tu che tipo di playmaker sei?

  La mia taglia è uno dei miei punti di forza, perchè sono alto. So tirare da 3, so giocare il pick and roll però devo migliorare la difesa e credo di farcela con i dovuti aggiustamenti.

 

d.vennarini
Diego nasce il 10/02/2000 a Pesaro. Fin da quando è solo un bambino coltiva la sua passione per la scrittura e per lo sport. Il suo obiettivo è quello di trasformare queste sue passioni in un vero e proprio lavoro. Al momento scrive per Dunkest e Backdoorpodcast.