Mamoli: “Vincerà l’NBA chi giocherà meglio a pallacanestro”

492
Mamoli
Grafica di Grazia Cifarelli.

Nella video chat di ieri abbiamo avuto ospite un amico di Backdoor. Alessandro Mamoli voce di Sky Sport e co autore del libro Basketball Journey ha condiviso con noi idee e visioni sulla ripartenza dell’NBA, le difficoltà e la bellezza del nuovo format. In più ci ha anche spiegato il significato del suo libro e delle esperienze vissute . Qui alcuni estratti dell’intervista dal nostro canale YouTube.

Il ritorno della NBA, come?

Quest’anno, ancora più degli altri anni vincerà la squadra migliore. Non ci sarà il fattore pubblico ma si giocherà solo 5 contro 5 su 28 metri per 15. Io la guardo con ancora più curiosità. Non vedo l’ora di sapere chi è più forte.

Su Silver:

Ha preso una lega differente da come l’ha ereditata Stern. Silver ha avuto delle belle gatte da pelare, ma l’impressione è che abbia un rapporto migliore con l’associazione giocatori. Credo abbia gestito bene e continuerà a fare sempre meglio. Deve prendere delle decisioni sulla gestione degli atleti che sono diventati addetti stampa di loro stessi e questo è un problema. Se 7/8 giocatori nel roster prendono molti più soldi dell’allenatore dai in mano loro una forza molto importante. E sulle televisioni…se i giocatori parlano quando vogliono e dicono ciò che vogliono, le tv non sono più disposte a mettere sul tavolo cifre così importanti perchè se alla mattina in tre minuti ho tutte le notizie sul telefono da mille e più pagine/profili social, c’è molta meno gente che guarda le partite.

Su Basketball Journey

Avrei voluto fare un racconto video di questo viaggio, poi non si è creato il presupposto e allora abbiamo fatto il libro che originariamente doveva essere d’appoggio a un progetto documentaristico. Il mio desiderio era di ringraziare e rendere omaggio a James Naismith che ha fondato questo gioco e il viaggio significa simbolicamente questo.