Mercato: telenovela Campazzo vicina alla fine, si muove l’NBA

532

Il match di ieri sera tra Olimpia Milano e Stella Rossa non ha rappresentato soltanto un possibile importante crocevia per la stagione lombarda, ma anche un curioso intreccio di mercato. Fino a poco tempo fa, infatti, le due squadre sembravano contendersi il futuro di Facundo Campazzo, che ormai è sempre più vicino al suo nuovo club. Approfondiamo questa e tante altre questioni nel nostro nuovo recap di mercato, concentrandoci anche sul periodo particolare che si è appena aperto in NBA.

  • La telenovela Campazzo è sempre più vicina ad una conclusione. Il giocatore, infatti, ha praticamente accettato l’offerta della Stella Rossa. La squadra di Belgrado ha messo sul tavolo ben 1,8 milioni fino al termine della stagione per l’argentino, che non si vuole far sfuggire quest’occasione. La volontà del giocatore, tuttavia, non bastava: serviva anche il consenso del Real Madrid. La squadra spagnola, alla partenza di Campazzo verso gli States, aveva infatti ottenuto la possibilità di pareggiare qualsiasi offerta recapitata al giocatore ad un suo eventuale ritorno in Europa. Di ieri la notizia che i blancos avrebbero deciso di non pareggiare l’offerta dei serbi, di fatto concedendogli il playmaker ex Mavericks. L’ultima conferma è arrivata anche da Luca Vildoza, che sul suo profilo Instagram ha condiviso una storia abbastanza esplicativa.

  • Kostas Antetokounmpo è attualmente free agent, ma presto potrebbe trovare un nuovo club. Nei giorni scorsi si era parlato anche di un possibile interessamento della Virtus Bologna, ma secondo il nostro Orazio Cauchi il club più avanti in questo momento sarebbe il Fenerbahce. Itoudis in questo modo arricchirebbe il proprio frontcourt con un altro elemento di sicuro valore.
  • Come avevamo già anticipato giorni fa, la Virtus Bologna è sul mercato alla ricerca di un lungo. Secondo nostre fonti, nei prossimi giorni i movimenti delle Vu Nere potrebbero avere un’accelerata decisa. Al momento non c’è nessun nome in vantaggio sugli altri, ma la sensazione è che si viri su qualcuno di esperienza e forse in uscita dalla NBA. Il profilo cercato sarebbe quello di un giocatore diverso rispetto a Jaiteh, che possa garantire più affidabilità sotto canestro e che sia anche verticale.
  • Nonostante i risultati moderatamente positivi, la posizione di Kattash sulla panchina del Maccabi Tel Aviv sarebbe a rischio. La dirigenza, infatti, non è convinta della gestione del gruppo da parte del coach. Inoltre, Kattash si è dimostrato incapace di far salire il livello difensivo della squadra. Il nome più probabile al momento è quello di Igor Milicic, coach della Polonia.
  • Il rapporto tra Deshaun Thomas e l’Olimpia Milano potrebbe presto concludersi. L’ex Bayern è ai margini delle rotazioni di Messina e molti club di Eurolega hanno mostrato un interesse. Tra le altre squadre, anche il Panathinaikos avrebbe chiesto informazioni. Nel caso di un suo addio, lo scenario più probabile è che si arrivi ad una risoluzione consensuale tra le parti in modo da rendere il giocatore libero. Se Thomas partisse, allora potrebbero aprirsi anche degli scenari di mercato per l’Olimpia. Messina ha negato ulteriori movimenti, ma un eventuale innesto dopo l’uscita di Thomas non sarebbe improbabile.
  • Per la prima volta in Europa, una squadra verrà acquistata dal proprietario di un’agenzia americana. Sarà questo il caso del Liege Basket, squadra belga, che è stata acquistata da Ernie Cambo. Cambo è proprietario, insieme all’ex giocatore Pete Mickeal, dell’agenzia Mickeal Sports Group. Quest’ultima rappresenta diversi giocatori in Europa tra cui Joe Young, che al Promitheas sta avendo un’ottima stagione. In Belgio c’è la possibilità di tesserare sei americani a stagione, e sarà sicuramente interessante seguire le mosse del club, che potrebbe anche diventare una sorta di laboratorio per gli assistiti dell’agenzia.
  • In NBA è scaduta la deadline del 15 dicembre, data dalla quale diventano cedibili i giocatori che hanno firmato un contratto da free agent nella scorsa offseason. Da oggi, quindi, si può dare il via ai rumors di mercato. Il primo coinvolge una trade a tre tra Jazz, Suns e Hawks. Phoenix vuole cedere Crowder che interessa agli Hawks, disposti a vendere Collins. Su Collins forte sarebbe l’interesse di Utah. La trade di cui si sta discutendo porterebbe quindi Crowder ad Atlanta, Collins ai Jazz e Vanderbilt ai Suns. Suns e Hawks hanno anche parlato di Landry Shamet, ma a richiesta di scelte da parte di Phoenix ha fermato la trattativa.
  • I Knicks sono molto attivi sul mercato. New York vorrebbe cedere il pesante contratto di Evan Fournier, ma al momento non è disposta a includere scelte nelle conversazioni per trattative. I Knicks hanno provato a prendere Eric Gordon dai Rockets, ma Houston ha chiesto in cambio una prima scelta, non facendosi bastare il pacchetto composto da Fournier, Derrick Rose, Reddish e Quickley.
  • Su John Collins gli occhi non solo dei Jazz. Al giocatore di Atlanta sarebbe molto interessata anche Indiana, in cerca di un’ala grande da affiancare a Tyrese Haliburton. Collins ha un contratto che scadrà nel giugno 2026, per la cifra di 102 milioni di dollari ancora restanti.
  • Tra gli obiettivi dei Los Angeles Lakers ci sarebbe Zach Lavine. Il giocatore, in forza ai Bulls, ha un contratto sino al 2027. Chicago sta avendo una stagione difficile e potrebbe lasciarlo partire, ma non è chiaro quale sarà l’offerta di LA. Saranno disposti i Lakers a cedere due prime scelte future non protette?