Mercato: Tonut è il secondo acquisto di Milano, Akele firma a Brescia

326

Giornata di ufficialità oggi in Legabasket. L’Olimpia Milano, dopo l’annuncio di Brandon Davies, ha rivelato il secondo acquisto per la prossima stagione: Stefano Tonut. Come i meneghini, anche le altre squadre di Serie A hanno tuttavia iniziato a muoversi. Brescia, che ha detto addio a diversi giocatori nei giorni passati e ha accolto C.J. Massinburg, annuncia la firma di Nicola Akele. Reggio Emilia riparte invece da Max Menetti e da un nome potenzialmente molto interessante.

  • Il matrimonio, rimandato forse troppo alla lungo, finalmente si è svolto: Stefano Tonut è un nuovo giocatore dell’Olimpia Milano. Un’unione largamente anticipata quella tra la guardia italiana e le scarpette rosse, che sancisce la chiusura di una storia iniziata quasi un anno fa. L’accordo siglato è della durata di due anni, e il giocatore di origine canturina avrà finalmente l’occasione per giocare in quell’Eurolega tanto sognata. L’Olimpia invece aggiunge a roster uno dei migliori esterni italiani sul mercato. Anche senza nessuna esperienza, Tonut potrebbe essere una pedina importante nelle rotazioni del prossimo anno al livello di competizione più alto in Europa. Lo ha dimostrato in questi anni a Venezia, lo ha dimostrato l’estate scorsa con la nazionale. Il mix tra atleticità, fisico e abilità da scorer rendono l’ex Reyer un “rischio” degno di essere preso. E ora Milano punta già al prossimo grande annuncio. Le scommesse sono aperte su quale sarà il terzo nome.
  • La Germani Brescia annuncia l’ingaggio di Nicola Akele. Anche in questo caso, l’accordo tra le parti era nell’aria da tempo ma ora sono arrivate le firme nero su bianco. Il lungo italiano viene da un biennio alla Nutribullet Treviso e avrà un contratto biennale con opzione per il terzo. Una buona aggiunta per la squadra di Magro, che proprio nelle scorse ore ha confermato anche Kenny Gabriel. L’ex Cremona partirà quindi dalla panchina e sarà il suo sostituto, portando energia e ottime capacità difensive. L’Akele visto all’inizio di quest’anno a Treviso sembrava inoltre un giocatore migliorato molto anche in attacco e in ogni aspetto del suo gioco, salvo poi abbassare il proprio rendimento nella seconda parte di stagione. Se riuscisse a tornare a quei livelli, allora a maggior ragione la Germani potrebbe aver fatto un affare.
  • Nate Reuvers è il primo volto nuovo della UNAHOTELS Reggio Emilia. Accordo di durata biennale tra le parti, l’atleta statunitense entra quindi nel reparto lunghi emiliano. Una firma molto interessante questa, per un giocatore che quest’anno si è affermato come uno dei rookie più pronti al salto di livello in Europa. Per conoscerne meglio le caratteristiche, il nostro scout Lorenzo Neri ne ha parlato in un articolo qui. Essenzialmente si tratta di un centro moderno, con lunghe leve e buone abilità da stoppatore ma soprattutto in grado di aprire il campo in attacco con il proprio tiro. I mezzi per renderlo un giocatore importante ci sono, sia dal punto di vista fisico che tecnico. Ora toccherà a Max Menetti sviluppare al meglio il suo talento.
  • Inizia a prendere forma la Tezenis Verona, partendo dagli italiani. La neopromossa infatti è molto vicina ai colpi Alessandro Cappelletti e Matteo Imbrò. Il primo viene da una grande stagione in Serie A2 con Udine, mentre il secondo lascerà Treviso dopo ben cinque anni. Loro, insieme a un Davide Casarin in crescita, formeranno quindi un backcourt tutto tricolore con la società che punta alla formula del 5+5.
  • Martin Schiller è il nuovo allenatore del Casademont Saragozza. Il coach austriaco viene dall’esperienza allo Zalgiris Kaunas, con cui ha vinto un titolo nazionale, e ora proverà le proprie capacità in un campionato competitivo come la ACB.
  • Il due volte campione d’Europa James Anderson firma con l’UCAM Murcia. Niente Venezia quindi per lui, a differenza di quello che si era vociferato nei giorni scorsi. Dopo quattro anni passati all’Anadolu Efes, il veterano 33enne giocherà nella Basketball Champions League dell’anno prossimo insieme agli spagnoli.