Milano vince, Della Valle: “Dopo 10 minuti era già finita”

Alessia Doniselli

Egemoni Milano: battuta la Fiat Torino per 110 a 91.

È chiaro che comunque ora tutte le energie sono rivolte alla volata finale in Eurolega dove i biancorossi cercheranno di tornare ai playoff dopo 5 anni di assenza.
Il morale dei tricolori, dunque, è alto, vista la serie di successi consecutivi in Europa e la vittoria contro i piemontesi è stata l’occasione di dare un po’ di spazio a chi ha giocato poco (o per niente) nelle gare con Maccabi e Khimki.

Dopo una partenza fulminea e un vantaggio di 4 punti, grazie ai canestri di Jaiteh; la Fiat Torino è succube dello strapotere milanese: vantaggio di +13 nel segno di Kuzminskas & co. Il lituano si fa trovare sempre pronto e, in un gioco che fa della rapidità di esecuzione e di pensiero il proprio cardine principale, è in grado di esprimere il proprio massimo potenziale. Non c’è veramente storia: i Campioni d’Italia sono troppo per la truppa torinese ed è 61-34 dopo i primi venti minuti di gioco.

Il secondo tempo quindi è solo in discesa: punti per Fontecchio, minuti per Burns, Cinciarini e anche per il giovane Vittorio Lazzari.
L’assenza di Bertans sicuramente peserà nell’economia di squadra, ma sarà sicuramente un incentivo in più per Amedeo Della Valle di dimostrare quanto vale, e non solo in Italia:

La partita di oggi ha dimostrato grande forza mentale. La vittoria in trasferta in Eurolega ci ha permesso di rilassarci oggi in campionato. Bertans? Una grande perdita. Può essere un vantaggio per me!