Mondiali 2019, Argentina-Francia: Scola è immortale e l’Argentina va in finale

0
Scola
Credits: FIBA

Dopo l’emozionante Spagna-Australia che ha regalato alla Roja la finale mondiale, scendono in campo nella seconda semifinale Argentina e Francia, le due killer delle favoritissime della vigilia Serbia e USA. A spuntarla è l’Argentina per 80-66 (QUI il tabellino), che riesce ad imporre subito il proprio ritmo a una Francia che non trova i capisaldi Fournier e Gobert a cui si era aggrappata nella vittoria contro Team USA. E così dopo un primo quarto terminato in equilibrio, l’Argentina scava un piccolo solco nel secondo periodo che poi manterrà per tutta la partita, sfruttando appieno la pessima serata dei migliori giocatori francesi (Gobert 3 punti al termine) e il solito immortale Luis Scola, che mette insieme una prestazione da 28 punti e 13 rimbalzi, spesso acceso da un Campazzo sempre in grado di creare problemi alla difesa avversaria con le sue accelerazioni improvvise.
Mentre la Francia affronterà così l’Australia nella finale 3°/4° posto, per Scola e compagni l’ultimo ostacolo verso l’oro mondiale sarà la Spagna, in una partita tutta latina che visti i successi dei sudamericani contro le più quotate Serbia e Spagna sembra tutt’altro che scontata.
Di seguito il recap della partita, in attesa del gran finale di domenica.

Davide nasce a Pavia il 27/02/1993. La sua personale folgorazione sulla via di Damasco avviene in tenera età grazie alle giocate di Kobe Bryant e Manu Ginobili. Laureato in Economics, finance & international integration all'Università di Pavia, si è sempre definito tifoso Lakers e interista per autolesionismo. La frase che secondo lui raccoglie più di tutte l'essenza della pallacanestro è "Ball don't lie", tanto da decidere di tatuarsela addosso.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here