Mondiali, Brasile-Montenegro: i verdeoro vincono e chiudono primi il girone

75
Brasile Montenegro
Sito FIBA

Dopo una partita per lunghi tratti combattuta punto a punto il Brasile riesce a mettere la freccia e batte il Montenegro 84-73.

La partita tra la prima e l’ultima squadra del girone F inizia molto equilibrata e a Huertas rispondono Radoncic e Bjelica. I montenegrini provano a prendere il largo anche grazie ai 5 rimbalzi in 7 minuti di Radoncic e ai 7 punti di Needham, ma la tripla di Garcia allo scadere chiude il quarto con una sola lunghezza di differenza. Varejao apre il secondo quarto con 5 punti in poco più di un minuto e riporta i suoi in vantaggio, ma la partita resta molto bilanciata con Vucevic che con 4 punti consecutivi prova nuovamente ad allungare fermato però da Garcia e da Marquinhos, cresciuto nel settore giovanile della VL Pesaro, che dimostrano il valore della panchina dei brasiliani.
Le due squadre arrivano all’intervallo lungo sul punteggio di 43-38 per la selezione brasiliana in una partita che è stata sempre sostanzialmente in parità; spiccano i 7 punti con il 100% al tiro di Marquinhos che ha trascinato il Brasile mentre per i montenegrini Bjelica e Needham hanno tenuto a galla la squadra.
Il secondo tempo si apre come era finito il precedente cioè con un botta e risposta tra le due squadre finchè Garcia e Huertas non provano ad allungare portando per la prima volta il brasile avanti di 10 punti e nonostante i tentativi di Popovic di accorciare Huertas e Felicio mantengono le distanze chiudendo il quarto, dopo un altro botta e risposta, sul +12.
Il Brasile guidato da Felicio e Marquinhos, ancora perfetti al tiro, scava il solco con gli avversari che non si arrendono e cercano di accorciare con Dubljevic obbligando il coach brasiliano a chiamare time out.
Needham con una tripla riporta i suoi a -1 dimostrando che il Montenegro non si è arreso, ma Varejao e Barbosa allungano nuovamente le distanze, mentre Marquinhos mette la parola fine sulla gara.

Momento chiave: La panchina del Brasile

In una partita punto a punto come questa ogni azione è fondamentale e ogni giocatore deve dare il massimo; per i brasiliani la scossa che gli consente di battere il Montenegro arriva proprio dalle seconde linee, infatti, sono giocatori come Garcia, Varejao, Marquinhos e Barbosa a suonare la carica e con oltre la metà dei punti prodotti la panchina brasiliana dimostra la propria importanza all’interno dell’economia della squadra.

MVP: Marquinhos Sousa

Non è facile trovare un solo miglior giocatore in questa partita del Brasile, ma sicuramente Marquinhos è stato indispensabile nella vittoria della sua nazionale.

Il prodotto del vivaio pesarese chiude la partita con 13 punti e oltre il 71% dal campo, ma questi numeri non sono sufficienti per evidenziare il suo apporto alla partita, infatti, con lui in campo il Brasile era molto più offensivo e non è un caso che l’allungo finale per i brasiliani sia avvenuto con lui in campo.

WVP: Rafa Luz

Il giocatore brasiliano resta in campo per oltre 16 minuti, ma la sua presenza passa sempre in sordina e non riesce a lasciare il segno.

Chiude la gara con tre tiri tentati e nessuno a segno, il tutto condito con 3 falli; se la panchina ha dato un supporto fondamentale alla vittoria del Brasile di certo non è merito di Luz che risulta veramente poco utile alla causa.